,,

Coronavirus Italia, 4025 guariti. Contagi e morti, il bollettino

I dati aggiornati sull'emergenza coronavirus in Italia: morti, contagiati, guariti regione per regione

L’ultimo bollettino della Protezione Civile, di mercoledì 18 marzo, ha delineato la situazione attuale sui contagiati, le vittime e i guariti in Italia in merito all’emergenza coronavirus. Angelo Borrelli ha iniziato come di consueto dai guariti: sono 4.025, con un aumento di 1.084 rispetto al precedente bollettino. Ieri il dato giornaliero sui guariti era di 192.

I malati di coronavirus in Italia sono 28.710, con un incremento rispetto a martedì di 2.648. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 35.713. A questo totale mancano però i dati della Campania. Le vittime sono invece 2.978, con un incremento rispetto a martedì di 475.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 2.257, 197 in più rispetto a ieri. Di questi 924 sono in Lombardia. Dei 28.710 malati complessivi, 14.363 sono poi ricoverati con sintomi e 12.090 sono quelli in isolamento domiciliare. I tamponi complessivi sono 165.541, dei quali oltre 105mila in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

Il Pirellone invita i milanesi: “State a casa”

Il grattacielo Pirelli di Milano, sede del Consiglio della Regione Lombardia, si è illuminato con la scritta “State a casa”. Il presidente dell’assemblea Alessandro Fermi ha commentato su Facebook che, contro il coronavirus, “ad oggi questo è l’unico vaccino che abbiamo”.

COME FUNZIONA LA QUARANTENA YO-YO PROPOSTA DAGLI SCIENZIATI

Bimba positiva in Puglia, aumentano i casi

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha fatto sapere che i nuovi positivi sul territorio sono 31, che portano il totale a 438. Tra loro anche una bimba di 2 mesi e sua madre. I decessi legati al coronavirus sono saliti a 23.

Muore di Covid-19 mamma poliziotta di 52 anni

Lavorava alla Questura di Caserta la poliziotta 52enne che è deceduta nel pomeriggio nell’ospedale del capoluogo. Era risultata positiva al tampone. Era stata ricoverata in terapia intensiva lo scorso fine settimana per un’insufficienza respiratoria. Ne dà notizia l’Ansa. Lascia il marito e una figlia.

Prestava servizio all’Ufficio di prevenzione generale da diversi anni, ed era diventata la voce storica della Sala operativa. Il questore Antonio Borrelli e i colleghi la hanno ricordata ai microfoni dell’Ansa: “Era una delle migliori funzionarie che avevamo, di cui tutti si fidavano“.

PIOGGIA DI DENUNCE PER CHI NON RIMANE A CASA: SONO OLTRE 43MILA

Nuove giovani vittime di coronavirus nella Marche

Tra i 23 nuovi decessi legati alla Covid-19 nelle Marche figurano una donna di 48 anni di Pesaro e un uomo di 58 anni di Tavullia, in provincia di Pesaro – Urbino. Entrambi avevano patologie pregresse. Dopo la 43enne di Ancona deceduta alcuni giorni fa, sono tra le più giovani vittime del coronavirus.

Il Gores delle Marche ha reso in mattinata che sono 1.567 i casi positivi nella regione, con 757 ricoveri, di cui 119 in terapia intensiva, 580 in altri reparti e 58 in area post critica.

Sbloccati i voli per rimpatriare gli italiani all’estero

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, al lavoro con Alitalia, Neos e i vertici della Farnesina, ha sbloccato diversi voli per far tornare in patria gli italiani che si trovano all’estero. Gli aerei partiranno dalla Romania, dove si trovano molti studenti di Medicina, dalla Spagna, dove ci sono circa 1.000 studenti Erasmus, dal Regno Unito e dal Marocco. I biglietti sono già in vendita. In seguito dovrebbe arrivare il via ai voli da Tunisia, Serbia, Polonia e altri Paesi.

IL CORONAVIRUS NON È STATO CREATO DALL’UOMO, LO STUDIO

Coronavirus, i contagi regione per regione

Dai dati della Protezione Civile emerge che sono 12.266 i malati in Lombardia (171 in più di ieri), 3.915 in Emilia Romagna (+511), 2.953 in Veneto (+465), 2.187 in Piemonte (+423), 1.476 nelle Marche (+174), 1.291 in Toscana (+267), 744 in Liguria (+83) 650 nel Lazio (+100), 423 in Campania (+0), 416 in Friuli Venezia Giulia (+69), 436 in Trentino (+68), 366 in provincia di Bolzano (+84), 362 in Puglia (+42), 267 in Sicilia (+41), 249 in Abruzzo (+33), 241 in Umbria (+49), 21 in Molise (+2), 132 in Sardegna (+17), 162 in Valle d’Aosta (+28), 126 in Calabria (+14), 27 in Basilicata (+7).

Coronavirus, le vittime regione per regione

Quanto alle vittime, se ne registrano: 1.959 in Lombardia (+319), 458 in Emilia Romagna, (+65), 94 in Veneto (+14), 154 in Piemonte (+21), 92 nelle Marche (+23), 22 in Toscana (+5), 73 in Liguria (+13), 9 in Campania (+0), 32 Lazio (+9), 31 in Friuli Venezia Giulia (+1), 19 in Puglia (+1), 9 in provincia di Bolzano (+1), 3 in Sicilia (+0), 7 in Abruzzo (+1), 2 in Umbria (+1) 3 in Valle d’Aosta (+1), 7 in Trentino (+0), uno in Calabria (+0), 2 in Sardegna (+0), uno in Molise (+0).

CORONAVIRUS: I NUMERI DI EMERGENZA DA FARE IN ITALIA

Coronavirus, l’appello di Borrelli

“I guariti sono oggi 1084 in più, un numero veramente importante, che li porta in totale a 4025, più 37% rispetto a ieri”, ha sottolineato Angelo Borrelli. “Ci sono 2648 positivi in più, per un trend stazionario in questa settimana”, ha aggiunto.

Borrelli ha poi rinnovato l’invito: “È necessario contenere al massimo gli spostamenti”, aggiungendo che “i dati di oggi ci fanno pensare positivo ma vanno adottati comportamenti corretti”.

Coronavirus, la situazione in Lombardia

L’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera ha fornito i dati odierni della regione durante una diretta Facebook: sale a 1.959 il numero dei decessi per coronavirus, con un aumento di 319 unità in sole 24 ore. I positivi invece sono 17.713, 7.285 ricoverati, 924 persone in terapia intensiva.

Resta difficile la situazione nel Bresciano. Jean Pierre Ramponi, direttore sanitario dell’ospedale di Chiari, ha lanciato l’allarme in alcune dichiarazioni riportate da ‘Ansa’: “Impensabile immaginarsi una devastazione di questo tipo. Su 450 posti letto, ben 220 sono occupati da persone che hanno contratto il Covid-19”. Tra gli infettati, anche 80 dipendenti, tra medici e infermieri.

A Brescia ci sono 3785 positivi, più 484 rispetto a ieri mentre a Bergamo, con un totale di 4305, la crescita è di 312, in linea con gli ultimi due giorni.

CORONAVIRUS, ALLARME OPERATORI SANITARI POSITIVI

Coronavirus, l’elogio dell’Oms a medici e infermieri italiani

Michael Ryan, direttore del dipartimento emergenze dell’Oms, ha dichiarato durante il briefing sul Covid-19: “Il numero di pazienti entrati in terapia intensiva per il coronavirus e salvati da medici e infermieri in Italia è un miracolo“. Ryan ha quindi elogiato “l’incredibile forza e coraggio” del personale sanitario italiano.

Coronavirus, la situazione allo Spallanzani: i numeri aggiornati

La direzione sanitaria dell’Istituto Spallanzani di Roma ha fatto sapere che i pazienti positivi al Covid-19 sono in totale 194. Di questi, 19 pazienti necessitano di supporto respiratorio. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti già negativi al primo test e comunque asintomatici. I pazienti dimessi, che hanno superato la fase clinica e che sono negativi, 324. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, compresa la Città militare della Cecchignola, sono a questa mattina 40.

Coronavirus in Campania, i numeri aggiornati

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha reso noto che presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno di Napoli sono stati esaminati altri 39 tamponi, di cui 2 risultati positivi; presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona sono stati analizzati 39 tamponi di cui 9 risultati positivi e presso l’ospedale Moscati sono stati verificati 30 tamponi di cui 12 risultati positivi.

Nella mattinata del 18 marzo il conteggio dei nuovi positivi è di 23, dei quali si attende la conferma ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità. Il totale complessivo in Campania è di 577 positivi.

Coronavirus in Veneto: i numeri aggiornati

I casi di positività al coronavirus in Veneto sono saliti a 3.214, con un aumento di 291 unità rispetto al report del pomeriggio di martedì. Lo ha riportato il bollettino diffuso dalla Regione. Cinque i nuovi decessi, che hanno portato il totale a 94. I ricoverati sono 646 (+53), quelli in terapia intensiva sono 195 (+18), i dimessi 167. Le persone poste in isolamento, tra contagiati e contatti diretti, sono 9.419. Per il sesto giorno consecutivo, nessun nuovo caso è stato registrato a Vo’ Euganeo, il primo focolaio a essere scoperto nella regione veneta.

Coronavirus in Piemonte: i numeri aggiornati

I nuovi decessi di persone positive al coronavirus in Piemonte sono 10. Lo ha comunicato l’Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale complessivo è adesso di 154 deceduti. In aumento anche le persone positive: sono 2.341. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 227. I tamponi finora eseguiti sono 7.853, di cui 4.877 risultati negativi.

CORONAVIRUS E IBUPROFENE, COSA DICONO GLI ESPERTI

Coronavirus nelle Marche: i numeri aggiornati

In totale sono 757 le perone ricoverate in strutture sanitarie delle Marche nell’ambito dell’emergenza coronavirus: 119 in terapia intensiva, 580 in altri reparti e 58 in area post critica. Stando all’aggiornamento del Gores Marche, i positivi in isolamento domiciliare sono 719, i pazienti dimessi sono 39 e quelli deceduti 91. Nella regione sono stati registrati finora 1.567 casi di positività.

Coronavirus in Umbria: i numeri aggiornati

La Regione Umbria ha aggiornato i dati sul coronavirus: alla mezzanotte il numero di positivi è salito a 247 (50 più di martedì). Il numero dei morti è salito a 2, mentre i guariti restano 4.

Coronavirus in Alto Adige: i numeri aggiornati

Sono aumentate a 12 le persone morte per infezione da coronavirus in Alto Adige. I contagiati sono saliti a 383. Lo ha reso noto l’Azienda Sanitaria locale.

Coronavirus in Sicilia: i numeri aggiornati

Sono 282, 45 più di ieri, le persone risultate positive al coronavirus fino ad ora in Sicilia. Lo ha comunicato la Presidenza della Regione.

CORONAVIRUS, PERDITA DI GUSTO E OLFATTO TRA I SINTOMI

Coronavirus, positiva bimba di 5 mesi a Pordenone

Una bambina di 5 mesi, di Zoppola, paese in provincia di Pordenone, è risultata positiva al coronavirus. Il tampone era stato disposto dalle autorità sanitarie nei giorni scorsi dopo che uno  dei genitori era risultato positivo. Stando a quanto appreso da ‘Ansa’ dal Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria Friuli occidentale, la bambina è in isolamento domiciliare con il resto della famiglia, non presenta sintomi e non desta preoccupazione.

CORONAVIRUS: LO STUDIO SUI BAMBINI

Coronavirus, pubblicato dl “Cura Italia”: scattano le norme

Le norme del decreto “Cura Italia”, pubblicato in nottata su un’edizione straordinaria della Gazzetta ufficiale, scattano subito. Per il commissario Arcuri serve “un’economia di guerra”, mentre il premier Giuseppe Conte incalza con “Whatever it takes”, chiedendo “coronavirus bond” per finanziare le iniziative d’urgenza dei governi.

Coronavirus, annullato l’Eurovision Song Contest

L’Eurovision Song Contest, che quest’anno si sarebbe dovuto tenere a Rotterdam dal 12 al 16 maggio, è stato cancellato a causa dell’emergenza coronavirus. Sul sito ufficiale si legge: “È con profondo dispiacere che dobbiamo annunciare la cancellazione dell’Eurovision 2020”.

In rappresentanza dell’Italia, avrebbe dovuto esibirsi il vincitore del Festival di Sanremo 2020, Diodato, con “Fai rumore”.

CORONAVIRUS, IPOTESI MASCHERINE OBBLIGATORIE: LA PROPOSTA

Coronavirus, il Papa invita a “non sprecare questi giorni”

In un’intervista su Repubblica, Papa Francesco ha invitato a “ritrovare i piccoli gesti concreti di vicinanza e concretezza verso le persone che sono a noi più vicine: se viviamo questi giorni così, non saranno sprecati”. Poi ha aggiunto: “Ho chiesto al Signore: ferma questa epidemia con la tua mano. Ho pregato per questo”.

PRIMO GUARITO IN ITALIA CON UN FARMACO SPERIMENTALE

Coronavirus, nel decreto spunta il rinvio del referendum

Spunta anche il rinvio del referendum sul taglio dei parlamentari nel testo finale del decreto cura-Italia. La norma era nelle prime bozze, poi era sparita. Per evitare rischi di contagio, dà la possibilità di rimandare all’autunno il voto. Il referendum si può indire entro 240 giorni dall’ordinanza che lo ha ammesso, quindi l’ultima data utile sarebbe il 22 novembre.

CORONAVIRUS, COSA CAMBIA CON LA NUOVA AUTOCERTIFICAZIONE

Coronavirus, l’UE chiude le frontiere per un mese

I leader dei 27 paesi dell’Unione Europea hanno dato il via libera alla proposta della Commissione europea di introdurre una restrizione temporanea per tutti i viaggi non essenziali verso l’Ue, per un periodo di 30 giorni, per far fronte al coronavirus.

Lo ha annunciato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, al termine di una videoconferenza con i capi di stato e di governo dell’Ue. Ogni Stato attuerà la misura in modo coordinato.

Al termine della riunione il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, ha dichiarato che “l’Unione europea sta correggendo molti egoismi, e soprattutto la mancanza di coordinamento fra i governi nazionali di fronte alla grave crisi del Covid-19. Ci muoviamo finalmente con uno spirito di solidarietà“.

FARMACO ANTI ARTRITE, AL VIA TEST SU 330 PAZIENTI

L’Oms non raccomanda tamponi di massa, parte il nuovo test

Nicola Magrini, direttore dell’Agenzia italiana del farmaco, durante la conferenza della Protezione Civile ha annunciato “la sperimentazione del tocilizumab, farmaco per l’artrite reumatoide. I dati preliminari sono promettenti. Lo studio sarà su 330 pazienti e partirà giovedì per valutare l’impatto del farmaco”.

Ranieri Guerra, direttore generale aggiunto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha dichiarato nella stessa sede, riguardo la possibilità di fare tamponi a tappeto, anche su soggetti asintomatici che non ci sarà alcun “cambiamento di rotta dell’Oms”.

Non sono raccomandati screening di massa, specie in epidemia con trasmissione sostenuta come in Italia. Resta fermo di fare test su tutti i casi sospetti e tutti i contatti dei casi sospetti”, ha concluso.

SCUOLA, IPOTESI ALLUNGAMENTO E 6 POLITICO: IL NO DELLA MINISTRA AZZOLINA

Pandemia di coronavirus: i casi nel mondo

Il numero di contagi da coronavirus nel mondo ha superato quota 200.000, con un totale di oltre 8.000 decessi. Lo ha riportato l’ultimo bollettino diffuso dalla Johns Hopkins University. Per l’esattezza, i contagi sono ora 201.436, mentre i morti 8.006. Le persone guarite finora sono 82.032. Secondo un conteggio della ‘AFP’, i decessi per coronavirus in Europa hanno superato per la prima volta quelli in Asia (3.421 vittime contro 3.384).

Salgono i contagi di coronavirus nel Regno Unito, arrivati a 2626 con un nuovo incremento record di 627 casi in più in 24 ore, secondo i dati forniti dal ministero della Sanità britannico. Il numero dei test eseguiti ha superato invece quota 56.000, con circa 6000 tamponi in più in un giorno.

La Cina ha avuto nella giornata di ieri 13 nuovi casi di coronavirus: uno solo a Wuhan per il secondo giorno di fila e 12 importati. I contagi di ritorno sono saliti così a 155, come si legge nel bollettino della Commissione sanitaria nazionale, secondo cui gli 11 morti aggiuntivi sono tutti nell’Hubei. I casi totali confermati si sono portati a 80.894 alla fine di martedì, di cui 8.056 pazienti ancora sotto trattamento, 3.237 morti e 69.601 dimessi dagli ospedali. Sale all’86% il tasso di guarigione.

In Iran, altre 147 persone sono morte nelle ultime 24 ore, portando il totale a 1.135 vittime. I casi confermati sono saliti a 17.361, con 1.192 nuovi contagi in un giorno. I guariti sono diventati 5.710. Lo ha riferito il ministero della Salute di Teheran.

In Spagna sono 13.700 (+2.538 rispetto a martedì) le persone contagiate dal coronavirus. I morti sono 558 (+67% in un solo giorno). Lo ha reso noto l’ultimo bilancio fornito dalle autorità spagnole.

Impennata del contagio negli Stati Uniti, con oltre 6.000 casi di Covid-19 e 118 morti. Lo riportano gli ultimi dati delle autorità americane. Il virus ha ormai colpito tutti i 50 Stati americani, come riporta la Bbc.

I casi di coronavirus nello stato di New York sono 2.382, di cui oltre 1.200 nella città di New York. Secondo quanto riferito dal governatore Andrew Cuomo, l’aumento dei casi è legato al fatto che “stiamo facendo test”. “Lo stato di New York è quello con il maggior numero di casi negli Stati Uniti. I morti sono 20”, aggiunge Cuomo.

La Corea del Sud ha registrato 93 nuovi casi di coronavirus, in base ai dati dell’ultimo bollettino, in rialzo sugli 84 di lunedì e i 74 di domenica, ma sempre sotto quota 100 per il quarto giorno di fila. Il totale delle infezioni è salito a 8.413, mentre i decessi si sono attestati a 84.

In Burkina Faso è stato registrato il primo morto nell’Africa sub-sahariana.

In Russia i casi accertati di Covid-19 sono saliti da 114 a 147. Lo ha riportato il centro crisi anti-coronavirus di Mosca, ripreso dalla ‘Tass’.

VirgilioNotizie | 18-03-2020 22:00

I personaggi famosi risultati positivi al coronavirus Fonte foto: Ansa
I personaggi famosi risultati positivi al coronavirus
,,,,,,,