,,

Coronavirus, Draghi: "Agire subito senza preoccuparsi del debito"

Le parole dell'ex presidente della Bce al Financial Times dividono il web

«Stiamo combattendo una guerra contro il coronavirus e dobbiamo muoverci di conseguenza. Potrebbe essere una tragedia di dimensioni bibliche». L’ex presidente della Bce, Mario Draghi, esprime il suo pensiero al Financial Times e dichiara: «I governi devono mobilitare tutte le risorse disponibili, non importa se il costo è l’aumento del debito pubblico perché l’alternativa, una distruzione permanente della capacità produttiva e quindi fiscale, sarebbe ancora più dannosa per l’economia». Aggiungendo: «La questione chiave non è se ma come lo Stato possa utilizzare in maniera efficace il suo bilancio. La priorità non deve essere soltanto dare un reddito a coloro che hanno perso il lavoro ma evitare che le persone perdano il lavoro. Serve un’immediata iniezione di liquidità, essenziale alle aziende per coprire le spese operative durante la crisi, si tratti di grandi o piccole».

Le dichiarazioni di Mario Draghi non sono passate inosservate e sul web molti utenti hanno espresso la propria opinione. Tra questi c’è Matteo Salvini. Il leader della Lega condivide le parole dell’ex presidente della Bce e attraverso il suo account Twitter ribadisce il concetto espresso in Senato: «Mi si permetta di ringraziare il presidente Draghi per le sue parole. È caduto il mito del “Non fare Debito”. Draghi dice che si può fare debito, ma non per assistenza. Benvenuto presidente Draghi. Ci serve l’aiuto di tutti e anche il suo». Non solo Salvini perché sul web anche altri utenti si schierano con Mario Draghi: «Draghi dice quello che dovrebbe essere già chiaro: stiamo entrando in un mondo nuovo e sconosciuto, le vecchie regole non esistono più», «Chapeau, Mario Draghi: hai spiegato ai tedeschi che col loro ottuso rigorismo, in questa battaglia si muore», «Draghi ha smontato decenni di balle sul debito pubblico».

Tra i commenti però c’è anche chi attacca l’ex presidente della Bce: «Draghi sta iniziando ad ingraziarsi il popolo italiano per la sua prossima nomina a presidente del Consiglio. Non dimentichiamo che è stato presidente della Bce quando l’austerity ha distrutto la sanità pubblica italiana», «Con Draghi al governo possiamo anche cancellare il nome Italia dalla cartina geografica. Si tratterebbe dell’ultimo atto del saccheggio della nazione. Quello in cui i ladri prendono tutto ciò che è rimasto, prima che crolli la baracca», «Invocare un traditore come Draghi è da cialtroni».

VIRGILIO NOTIZIE | 26-03-2020 13:35

347e94d1284d3ad39ff16d7c36519d45.jpg Fonte foto: ANSA
,,,,,,,