,,

Dimesso Mattia, il paziente Covid più giovane. Le sue parole

Il 18enne Mattia ha lasciato l'ospedale di Cremona: 'Ho avuto paura'

“Quando mi sono svegliato in terapia intensiva e mi sono reso conto, ho pensato che avevo superato una bella lotta ma che dovevo lottare ancora un po'”: sono le parole di Mattia, 18 anni, il più giovane paziente Covid curato all’ospedale di Cremona e dimesso stamane.

Il ragazzo ha aggiunto di aver avuto “paura” quando lo dovevano intubare. Il coronavirus “all’inizio lo avevo sottovalutato e non pensavo arrivasse a questo livello”.

Lo studente, che si era ristabilizzato già da qualche giorno, era stato ricoverato il 16 marzo scorso. Prima di entrare in coma farmacologico aveva scritto alla madre Ombretta un messaggio con una promessa: “Stai tranquilla, non ti lascio sola”.

Mattia, le parole del medico

“Quando è arrivato in ospedale era tranquillo, discreto ed educato però nei suoi occhi ho visto la paura, una richiesta di aiuto”. Lo ha raccontato Massimo Cannavò il chirurgo che per primo all’ospedale di Cremona ha visitato Mattia.

Il medico ha spiegato che “quando è arrivato respirava male. Il suo respiro non mi piaceva e aveva la febbre”. Subito, vista la giovane età, è stato sottoposto a Tac e sono stati avvertiti gli anestesisti. È stato addormentato e intubato. In terapia intensiva “e stato adottato”, poi trasferito in pneumologia dove, ha aggiunto il primario Giancarlo Bosio, “ha fatto passi da gigante. Tant’è che oggi va a casa con le cure minime: i baci e le carezze della mamma”.

VirgilioNotizie | 16-04-2020 15:22

Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 15 aprile Fonte foto: Gettyimages
Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 15 aprile
,,,,,,,