,,

Coronavirus, cos'è l'indice Rt e che differenza c'è con l'R0

L'indice Rt è il parametro adottato durante la seconda fase dell'emergenza coronavirus per capire l'andamento dell'epidemia

Da qualche tempo si sente parlare di indice Rt (erre con t), in sostituzione dell’indice R0 che durante la fase più acuta dell’emergenza coronavirus è stato adottato come parametro per capire l’andamento dell’epidemia. Ma qual è la differenza fra indice Rt e R0?

Coronavirus, cos’è l’indice R0

L’indice R0 è stato utile durante le fasi iniziali dell’epidemia in quanto rappresentava il numero medio di infezioni che ciascun individuo può trasmettere. Se l’indice si attesta su 1, ad esempio, significa che ciascun individuo malato può trasmettere il virus a un’altra persona.

Coronavirus, cos’è l’indice Rt e perché è importante adesso

Con l’introduzione delle misure di contenimento, l’indice R0 si è trasformato in indice Rt: quest’ultimo si differenzia dal primo in quanto indica la trasmissibilità della malattia inserita nel contesto delle misure imposte per contenere la diffusione dei contagi. In altre parole, Rt evidenzia la trasmissibilità del virus in una situazione diversa da quella dell’inizio dell’epidemia, un contesto in cui sono stati adottati dei provvedimenti che sfavoriscono la diffusione.

In questo momento, il coronavirus ha in media un R0 di 2,5 casi secondari, mentre l’indice Rt è compreso tra 0,2 e 0,7. Questo parametro sarà fondamentale per il via libera agli spostamenti tra le regioni, e il 29 maggio potrebbe essere la data chiave per confermare la decisione.

VirgilioNotizie | 21-05-2020 09:05

Fase 2: sindaci e non solo tornano dai parrucchieri Fonte foto: ANSA
Fase 2: sindaci e non solo tornano dai parrucchieri
,,,,,,,