,,

Coronavirus, come sarà la fase 2: distanze fino a due metri

La fase 2 si avvicina, cosa si potra fare a partire dal 4 maggio

Dopo settimane di lockdown il 4 maggio si potrà finalmente uscire di casa, pur con una serie di limitazioni. “Le mascherine e il distanziamento sociale contro l’infezione da coronavirus sono due misure che dovremo mantenere fino a quando non ci sarà il vaccino da coronavirus”, ha detto il premier Giuseppe Conte nella sua informativa al Senato. Il presidente del Consiglio ha annunciato che il piano per la riapertura sarà uguale per tutti e non su base regionale.

Con la fase 2 si potrà uscire di casa anche senza comprovate esigenze lavorative o di salute, sempre rispettando le basilari misure igieniche e di sicurezza: si potrà quindi fare passeggiate e attività fisiche all’aperto, uscire con i figli, andare a trovare i parenti.

Nel piano allo studio del governo dovrebbero esserci, secondo quanto scrive il Corriere della Sera, delle restrizioni per alcune fasce di età: le persone over 70, i soggetti più a rischio, e i giovani. Mentre le limitazioni agli spostamenti da un Comune all’altro e fuori regione dovrebbero restare, almeno in un primo momento.

Distanziamento sociale in fase 2, fino a due metri

Per quanto riguarda la distanza di sicurezza interpersonale, il governo dovrebbe ribadire quanto raccomandato dall’Oms: restare ad almeno un metro dalle altre persone. Una regola che saranno tenuti a rispettare tutti: dalle persone in fila ai supermercati ai bar e ai ristoranti fino agli stabilimenti balneari.

In alcuni casi particolari, come negli spazi chiusi dove c’è il rischio di affollamento, la distanza però potrebbe essere ampliata fino al doppio di quella attuale.

A riguardo il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri ha fornito una semplice indicazione su come comportarsi: “Se si è in due basta alzare ognuno il braccio e rimanere a quella distanza, questo serve ad evitare rischi anche se ci si entra in contatto con persone positive”.

Fase 2, si potrà passeggiare anche lontano da casa

Si potrebbe tornare a passeggiare anche lontano da casa, ma in solitaria o al massimo in compagnia di un’altra persona, sempre rispettando la distanza di sicurezza.

L’utilizzo di guanti e mascherine sarà caldamente consigliato anche per recarsi dai parenti, in caso sia difficile mantenere la distanza dagli individui. Gli assembramenti saranno comunque vietati, sia al chiuso che all’aperto.

Fase 2, le indicazioni per bar e ristoranti

Per quanto riguarda bar e ristoranti, l’attesa potrebbe essere più lunga: la priorità è mettere i locali in sicurezza, privilegiando in un primo momento il cibo da asporto. Quando saranno garantiti dispositivi di protezione al personale di bar e ristoranti, e sarà garantita la distanza di sicurezza tra i clienti – ad esempio con l’installazione di paratie e divisori tra i tavoli – si procederà con l’apertura dei locali.

Fase 2, misure più severe per le palestre

Le palestre potrebbero dover rimanere chiuse, almeno in un primo momento: nessuna data per le riaperture è stata ipotizzata. Per le palestre è probabile vengano introdotte misure più severe, come la continua pulizia e sanificazione delle attrezzature e delle aree comuni, oltre al distanziamento di un metro, l’uso di mascherine e guanti e il divieto delle attività di gruppo.

Misure simili dovrebbero essere previste anche per i servizi di cura alla persona: barbieri, parrucchiere ed estetiste dovranno garantire la sanificazione degli ambienti e la sterilizzazione degli strumenti.

Fase 2, le restrizioni ai viaggi in aereo

Ci saranno regole severe per i viaggio in aereo, considerati tra le attività più ad alto rischio di contagio. Alitalia ha fornito le indicazioni da seguire in una mail inviata ai clienti, secondo quanto riporta il Corriere della Sera: sarà necessario presentare l’autocertificazione indicando la destinazione, con tanto di indirizzo, e il tempo di permanenza.

In aeroporto si dovrà rispettare la distanza di sicurezza di un metro e viene consigliato l’uso della mascherina, che sarà invece obbligatorio a bordo dell’aereo. Il posto accanto ad ogni persona sarà lasciato vuoto, tranne nel caso in cui si vola con un familiare o un minore.

VirgilioNotizie | 22-04-2020 09:06

Coronavirus: grafico e mappe della Protezione Civile al 21 aprile Fonte foto: Ansa
Coronavirus: grafico e mappe della Protezione Civile al 21 aprile
,,,,,,,