,,

Coronavirus, aumentano i casi a Milano: l'ipotesi di Gallera

Nella provincia di Milano si è registrato il maggior numero di nuovi casi della regione: 848, per un totale di 6922

L’assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera, ha riportato i dati odierni sull’emergenza coronavirus in Lombardia. Le persone positive sono 34.889, con un incremento di 2.543 casi in un giorno; i decessi totali sono invece 4.861, con un aumento di 387 unità. Gallera ha detto, come riporta l’Ansa: “Purtroppo sono dati che segnano una crescita, anche significativa”.

In diretta Facebook, l’assessore ha affermato che quello della Lombardia “è stato un caso unico”: l’emergenza coronavirus “fortunatamente in altre regioni è arrivata dopo”, mentre in Veneto la situazione è sotto controllo poiché si è subito individuato e circoscritto il focolaio.

Poi l’assessore ha riferito il numero dei dimessi, 7839, con un incremento di 1501 guariti in un giorno.

Coronavirus, in aumento i casi nella provincia di Milano

Preoccupa però la provincia di Milano, dove si è registrato il maggior numero di nuovi casi della regione: 848, per un totale di 6922. Gallera ha osservato che “è un dato molto forte” ma “potrebbero essere i molti tamponi in più che sono stati fatti”.

Dopo aver letto “il dato così grosso” della provincia di Milano, Gallera ha precisato di aver telefonato ai direttori degli ospedali cittadini, “i quali non hanno evidenziato una crescita così importante ai pronto soccorso, una pressione più che doppia, ma è addirittura stabile rispetto ai giorni precedenti quindi potrebbero essere i molti più tamponi che sono stati fatti e non ricoveri aumentati“.

“Viviamo tutti una pressione, una fatica anche psicologica gigantesca”, ha poi dichiarato Gallera, aggiungendo: “Quando ho letto questi dati, ho sentito un peso, poi mi sono confrontato con gli esperti e forse ho capito che sono dati legati a una strategia un po’ diversa, a un allargamento” dei tamponi fatti e quindi “non prendiamoli in maniera così negativa“.

L’assessore ha infine ammesso: “Non ci sono scorciatoie in questa battaglia, l’unico modo per vincerla battaglia è continuare a essere estremamente rigorosi nei nostri comportamenti”.

Nella provincia di Bergamo, i nuovi casi sono 386, una crescita che “di fatto è in linea con quella di ieri”; analogamente la provincia di Brescia, con 334 casi in più, “e anche qui è un dato che sembra non crescere”, ha sottolineato Gallera.

Coronavirus, corsa a farmaci da parte di persone sane

Nel frattempo, si è verificato un approvvigionamento improvviso di medicinali utilizzati contro le infezioni da coronavirus, in alcune città italiane come Milano e Brescia, da parte di persone sane e asintomatiche. La Federazione dei medici di famiglia (Fimmg) della Lombardia ha evidenziato che le persone sono spaventate dall’idea di ammalarsi.

È stato segnalata anche una maggiore richiesta, senza ricetta, dell’idrossiclorochina, anche se Federfarma ha sottolineato che “senza prescrizione i farmacisti non la vendono”.

VIRGILIO NOTIZIE | 26-03-2020 19:45

Coronavirus, le immagini dell'esercito a Milano Fonte foto: ANSA
Coronavirus, le immagini dell'esercito a Milano
,,,,,,,