,,

Coprifuoco, alle 22 al ristorante? Viminale smentisce la Gelmini

Il sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia ha fatto chiarezza su alcune dichiarazioni del ministro Maria Stella Gelmini sul coprifuoco

Il tema del coprifuoco continua a tenere banco nel dibattito interno all’esecutivo. Le regioni non mollano la presa sullo spostamento del limite alle 23 e il leader della Lega Matteo Salvini continua ad alimentare la tensione nella maggioranza lanciando un sito di raccolta firme on-line per “dire no” al coprifuoco. In questo scenario la ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini ha cercato di mediare tra le posizioni, ma le sue parole hanno creato un “caso”.

Coprifuoco e ristoranti: il Viminale smentisce la Gelmini

In un’intervista a ‘Il Messaggero’, la Gelmini ha spiegato: “C’è stata qualche polemica sul coprifuoco e sulla difficoltà per i ristoratori ad erogare i propri servizi la sera. Ma voglio chiarire un punto: chi va a cena fuori può stare tranquillamente seduto al tavolo fino alle 22 e poi, una volta uscito dal locale, far ritorno a casa senza alcun rischio di ricevere sanzioni“.

Proprio a questo proposito, però, come riporta ‘La Repubblica’, il sottosegretario all’Interno ha precisato che la legge e la circolare del Viminale è chiara e al momento prevede il ritorno a casa alle 22 anche per chi cena all’aperto.

Sibilia ha ribadito: “Evitiamo interpretazioni personali che possano ingenerare confusione tra i cittadini e mettere in difficoltà le forze dell’ordine. Il coprifuoco al momento è alle 22“.

L’intervista di Maria Stella Gelmini

Come dichiarato già negli ultimi giorni la ministra per gli Affari Regionali ha detto nell’intervista a ‘Il Messaggero’ che c’è la possibilità di eliminare il divieto di circolazione dopo le 22 prima del mese di luglio: “I dati dei contagi stanno migliorando e la campagna vaccinale è entrata ormai nel vivo: ormai siamo quasi a 400mila inoculazioni al giorno. Se continua il trend positivo a metà maggio si cambia il coprifuoco, e il nostro obiettivo è quello di abolirlo, e si riaprono nuove attivita”.

“Tutti vogliamo riaprire, il prima possibile”,  ha ribadito Gelmini che sul decreto con l’allentamento delle misure anti-Covid in vigore dal 26 aprile dice: “Si poteva fare di più, ma qualcuno voleva fare molto di meno. Le riaperture sono una vittoria per gli italiani. Quasi tutta Italia è in zona gialla, i nostri ragazzi tornano a scuola, ripartono tante attività economiche.”

La ministra degli Affari regionali ha risposto anche sulle tensioni interne all’esecutivo, smentendo le notizie di attriti in merito anche alla redazione del Recovery Plan: “Il Recovery Plan è stato riscritto in poco più di un mese: non mi pare che questo sia un segnale di difficoltà della maggioranza, anzi. Piuttosto c’è un problema più ampio di credibilità del nostro Paese in Europa, perché per anni non abbiamo fatto le riforme che servivano: dalla concorrenza alla burocrazia, dalla giustizia alle semplificazioni. Forza Italia, dentro la maggioranza, farà di tutto per dare il suo positivo contributo, e una personalità come il presidente Draghi si rivelerà determinante per superare la diffidenza dell’Ue.”

VirgilioNotizie | 25-04-2021 13:50

Nuovo decreto: riaperture e spostamenti, tutte le regole Fonte foto: ANSA
Nuovo decreto: riaperture e spostamenti, tutte le regole
,,,,,,,