,,

Russiagate: Conte riferirà in Aula, ma senza Salvini

Il premier ha accolto la richiesta del Pd: "Ho una concezione sacrale del Parlamento"

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte riferirà in Aula al Senato sul Russigate il 24 luglio. Ad annunciarlo è stato il senatore Andrea Marcucci, al termine della conferenza dei capigruppo a Palazzo Madama, che ad ANSA ha fatto presente che è stata accolta la richiesta del suo partito, il PD.

“È stato chiesto anche a me di riferire e io riferisco, perché quando le forze parlamentari chiamano, il governo risponde. Per la trasparenza nei confronti dei cittadini e dei rappresentanti dei cittadini ho una concezione sacrale del Parlamento e delle istituzioni”, ha spiegato Conte.

Alla Camera è scontro tra dem e Lega per i lavori sul Decreto Sicurezza Bis. L’opposizione non discuterà il DL finché il premier o Matteo Salvini non daranno la loro versione dei fatti sul caso Lega-Russia. Intanto il segretario del PD Nicola Zingaretti smentisce categoricamente l’ipotesi di un governo con il M5S: “In caso di crisi per noi la via maestra è nuove elezioni“.

Perché Matteo Salvini non riferirà sui fondi russi in Aula

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, difeso anche da Silvio Berlusconi, ai microfoni ANSA, ha ribadito che non parlerà in Aula dei presunti fondi russi: “Io in Parlamento ci vado e rispondo di cose reali, mafia, camorra, racket, immigrazione. C’è una inchiesta? Perfetto, vada avanti. Anzi, vi rendo noto perché forse qualche giornalista è distratto, capita, fa caldo, è luglio, che lo stesso pm ha detto che ascoltare Salvini non ha nessuna rilevanza“.

E ha proseguito: “Non riferisco sulla fantasia. C’è un’inchiesta aperta da mesi, bene, la chiudano. Siamo assolutamente tranquilli, aspettiamo con ansia la chiusura di queste indagini. Quando vado all’estero, oggi vado in Finlandia, non è per affari ma per difendere l’interesse del mio Paese come quando vado a Washington, Mosca, Pechino, Tel Aviv. Se in Finlandia mi facessero una domanda sulla questione Russia non sarei imbarazzato, possono farmi una domanda anche sui Fantastici 4 e risponderei con assoluta tranquillità”.

Le indagini sul Russigate proseguono con Meranda e Vannucci

La Procura di Milano nel mentre valuta le posizioni di Gianluca Meranda e di Francesco Vannucci, le persone che si sono fatte avanti dichiarando di aver partecipato all’incontro all’hotel Metropol di Mosca dove era presente anche Gianluca Savoini. Meranda è stato iscritto nel Registro degli indagati. Francesco Vannucci non ha voluto lasciare dichiarazioni alla stampa, dichiarando dalla sua villetta di Suvereto (Livorno) che avrebbe necessità di stare vicino alla madre malata.

VirgilioNotizie | 17-07-2019 13:23

Chi sono i protagonisti del Russiagate Fonte foto: ANSA
Chi sono i protagonisti del Russiagate
,,,,,,,