,,

Conte a Di Maio: "Non cerchi di logorarmi", dura replica dopo le tensioni nel M5s. Nuove accuse

Con le dimissioni di Di Maio dal Comitato di garanzia c'è tensione nel M5s: cosa ha detto Conte e quali sono le sue accuse

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Continuano le tensioni nel Movimento 5 stelle dopo le dimissioni di Di Maio dal Comitato di garanzia. A parlare questa volta è l’ex premier Giuseppe Conte, che ha promesso un momento di confronto con Di Maio senza tollerare però “guerre di logoramento”.

Conte a Di Maio: “Non cerchi di logorarmi”. La replica del leader M5s

Di Maio “non cerchi di logorarmi” ha detto Giuseppe Conte dopo le tensioni con Luigi Di Maio. In un’intervista alla Stampa, il leader M5s ha chiarito: “La forza del M5s è di non cedere al correntismo della vecchia politica. Nessuno deve sentirsi indispensabile, nemmeno io”.

“Io sono qui per costruire e rilanciare il Movimento, non ho mai lavorato per distruggere e provocare divisioni”, ha aggiunto.

Conte, nuove accuse sulla candidatura di Belloni al Colle

Conte è tornato a parlare anche della candidatura abortita di Elisabetta Belloni al Colle: “Ho già chiarito che su quel nominativo non si è arrivati all’ultimo. Quando l’abbiamo proposto a Salvini con Letta eravamo consapevoli che era un nome solido e super partes, lo stavamo vagliando da giorni, fermi restando i passaggi finali interni che ciascun partito si riservava di fare. Il sì di Salvini è stata una svolta importante, insieme a quello della Meloni, eravamo a un passo. Poi è intervenuto il partito trasversale che non vuole il cambiamento nel paese”.

Su questo tema Conte ha accusato Di Maio per le sue parole: “Mi hanno sorpreso, visto che Di Maio stesso ha sempre sostenuto che i nomi non vanno bruciati. Infatti io in pubblico ho sempre evitato di farli. E non mi sono mai arrivate, all’interno del Movimento e della cabina di regia, obiezioni di sorta. Anzi”.

Conte e Di MaioFonte foto: ANSA
Il leader del M5s Giuseppe Conte e Luigi Di Maio

Conte, le sue parole sul dialogo con Salvini e Pd

In merito al dialogo con le diverse forze in campo, su Salvini Conte ha chiarito che “non significa sotterfugi né accordi inconfessabili” e “quanto al Pd il dialogo andrà coltivato nel rispetto reciproco”.

Per Conte, infatti, ora le priorità sono “il caro bollette per la ripresa e gli interventi sanitari slittati per il Covid”. A Draghi l’ex premier chiede ora di varare un nuovo scostamento di bilancio: “Noi lo chiediamo da settimane perché riteniamo che occorrano risposte coraggiose per assicurare una stabile ripartenza e assecondare una robusta ripresa”

Conte a Di Maio: "Non cerchi di logorarmi", dura replica dopo le tensioni nel M5s. Nuove accuse Fonte foto: ANSA
,,,,,,,