,,

Consultazioni, al Quirinale scatta il secondo round

Al via la terza giornata di appuntamenti al Colle. Iniziano i presidenti del Senato e della Camera

Al via il secondo round di consultazioni al Quirinale per formare il nuovo governo. Sergio Mattarella incontra i presidenti della Camera e del Senato e gli esponenti dei partiti in due giorni secondo il calendario fornito. Nel frattempo si è svolto il tavolo tra capigruppo di Pd e 5 Stelle.

Alle 16 è salita al Quirinale la presidente di Palazzo Madama Maria Elisabetta Alberti Casellati, per un incontro di 15 minuti circa con Mattarella e non ha rilasciato dichiarazioni alla stampa. Alle 17 è stata la volta del presidente della Camera dei deputati Roberto Fico, che a sua volta non ha rilasciato dichiarazioni. In anticipo rispetto al calendario, prima delle 18,20  il Gruppo parlamentari misto del Senato ha iniziato le consultazioni e ha parlato con la stampa.

Loredana De Petris (Leu) ha dichiarato: “Abbiamo confermato la disponibilità a verificare la possibilità di un governo di svolta. Non abbiamo esercitato veti sui nomi, ma abbiamo espresso la nostra preoccupazione per la situazione di incertezza in questo momento. Servono segnali chiari e precisi su temi determinanti: ambiente, politiche sociali, immigrazione, diritti civili e riduzione diseguaglianze”.

Emma Bonino ha detto: “Non possiamo garantire il sostegno a un governo di cui non conosciamo niente. Non abbiamo l’abitudine di comprare a scatola chiusa. Esprimeremo un giudizio preciso quando sarà chiara la composizione del governo”.

Alle 18.40 si è svolto l’incontro tra Sergio Mattarella e il gruppo misto della Camera. Le minoranze linguistiche hanno deciso di astenersi “nel momento della formazione del governo sulla fiducia e valuteranno poi caso per caso”. Lo ha dichiarato il capogruppo del Misto alla Camera Manfred Schulian.

La leader di Civica popolare, Beatrice Lorenzin, ha detto: “Valuteremo il programma che ci verrà presentato”, tuttavia il gruppo è “assolutamente favorevoli alla nascita di questo governo se rispetta perimetro europeo e filoatlantista”, con una attenzione alla sostenibilità finanziaria del Paese.

Di diverso avviso è Maurizio Lupi, di Noi con l’Italia-Usei, che ha affermato: “Non sosterremo il governo che potrebbe nascere, i quattro esponenti di Noi con l’Italia-Usei non daranno la fiducia a un governo M5s-Pd. Siamo di fronte al teatro dell’assurdo, sarà un governo di sinistra che non ha la maggioranza nel paese anche se è legittimo. Faremo una opposizione seria e responsabile, non convocheremo la piazza”.

Si è conclusa così la prima giornata delle seconde consultazioni al Quirinale. Mercoledì, invece, Mattarella comincerà alle 10 la giornata di consultazioni, quando salirà al Colle il Gruppo parlamentare “per le autonomie (Svp-Patt, Uv)” del Senato, mentre alle 10,30 sarà la volta del Gruppo parlamentare Liberi e Uguali. La mattinata si chiuderà alle 11 con Fratelli d’Italia. Gli appuntamenti riprenderanno alle 16 con la delegazione del Partito democratico, seguita da Forza Italia alle 17. Alle 18 saranno presenti gli esponenti della Lega e alle 19 quelli del Movimento 5 stelle.

La richiesta di Sergio Mattarella, al termine del primo giro di consultazioni, era quasi un ultimatum: lavorare su un’intesa di governo oppure sarebbe meglio andare al voto. Intanto la trattativa tra Pd e M5s, nelle ultime ore, sembra in salita, con il nodo della premiership ancora da sciogliere.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-08-2019 15:20

Consultazioni, secondo giro: le immagini di tutti gli incontri Fonte foto: Ansa
Consultazioni, secondo giro: le immagini di tutti gli incontri
,,,,,,,