,,

Confessa un omicidio scrivendolo sulla scheda elettorale: giallo a Villasanta. Si sospetta di dieci persone

"Ho ammazzato un uomo". Mistero a Villasanta sulla confessione di un omicidio scritta sulla scheda elettorale alle ultime politiche

Pubblicato il:

Ho ammazzato un uomo“. Un macabro messaggio tracciato con la matita copiativa sulla scheda elettorale. È quanto si sono trovati davanti gli scrutatori di un seggio di Villasanta, cittadina alle porte di Monza, il giorno delle elezioni politiche del 25 settembre scorso. Una confessione presa sul serio da polizia e Procura, che hanno avviato le indagini.

Il messaggio trovato sulla scheda elettorale

Il fatto risale alla sera del 25 settembre 2022, il giorno delle ultime elezioni politiche. Durante lo spoglio delle schede, gli scrutatori di un seggio di Villasanta si trovano davanti ad un macabro messaggio, scritto a stampatello su una delle schede, con la matita copiativa.

“Per le forze dell’ordine. Ho ammazzato un uomo. È sepolto in cantiere area nord. Date lui sepoltura cristiana, vi prego”. Questa la scritta.

Dopo lo stupore, la presidente del seggio consegna la scheda al posto di polizia presente. Sul posto arrivano poi gli agenti della Squadra mobile della Questura di Monza.

Le indagini

Partono subito le indagini, la procura di Monza apre un fascicolo per omicidio e occultamento di cadavere. Il messaggio appare credibile, secondo gli inquirenti non si tratterebbe di uno scherzo o del gesto di un mitomane.

Le indagini seguono due direzioni: da una parte l’individuazione del presunto killer, dall’altra quella della presunta vittima del delitto.

Confessa un omicidio scrivendolo sulla scheda elettorale: giallo a Villasanta. Si sospetta di dieci persone

Secondo quanto emerso, il cerchio attorno all’autore del messaggio si starebbe stringendo. Il suo nome e cognome è scritto nei registri elettorali, tra le persone che quella sera si sono presentate a votare.

Si sospetta di dieci persone

Gli inquirenti hanno rilevato un’impronta digitale sulla scheda. Si è partiti da lì e via via è stato ristretto il cerchio dei sospettati.

Esclusi i componenti del seggio che possono aver aver maneggiato la scheda per ovvi motivi, sono state poi escluse determinate caratteristiche, come la condizione fisica e l’età dei votanti. Nel frattempo sono state ascoltate decine di persone.

Secondo quanto riporta Il Giorno, la lista dei sospettati si sarebbe ormai ridotta ad una decina di persone.

Si cerca il cadavere

Parallelamente la polizia sta cercando il cadavere della presunta vittima. L’indicazione del presunto omicida è piuttosto vaga “cantiere area nord”. Le ricerche sono rese complicate dal fatto che in zona sono tantissimi i cantieri aperti, senza contare le aree dismesse o con lavori incompiuti.

Mistero anche sulla presunta identità della presunta vittima. Non risulterebbero, infatti, casi di scomparsa irrisolti in zona o “cold case”, vecchi casi rimasti senza soluzione.

scheda Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,