,,

Condannata la madre che soffocò la figlia di due anni con un cuscino: la pena inflitta a Patrizia Coluzzi

Patrizia Coluzzi dovrà scontare 12 anni perché seminferma di mente: nel 2021 soffocò sua figlia Edith di appena due anni con un cuscino

Pubblicato il:

È stata condannata a 12 anni Patrizia Coluzzi, la giovane madre che nel 2021 soffocò e uccise la figlia Edith con un cuscino. La decisione arriva dalla Corte d’Assise di Pavia, che ha accolto il giudizio dei periti nominati dalla stessa corte che l’hanno dichiarata seminferma di mente. Patrizia Coluzzi dovrà anche risarcire il compagno, i nonni e gli altri figli.

Condannata a 12 anni la madre che soffocò la figlia

Patrizia Coluzzi è stata condannata a 12 anni dalla Corte d’Assise di Pavia per l’omicidio della figlia Edith, morta il 7 marzo 2021 soffocata da un cuscino.

Come detto in apertura, la Corte d’Assise ha accolto la perizia dei consulenti nominati dalla stessa Corte, che hanno dichiarato la donna seminferma di mente.

soffocò figlia cuscino condannata patrizia coluzziFonte foto: iStock
Nel 2021 Patrizia Coluzzi soffocò e uccise la figlia Edith, 2 anni, con un cuscino. La Corte d’Assise di Pavia l’ha condannata a 12 anni

La Corte d’Assise di Pavia ha anche rifiutato la richiesta di assoluzione della pubblica accusa, che si basava sulla perizia che la indicava come incapace di intendere e di volere.

Ancora, Patrizia Coluzzi dovrà risarcire il padre della bambina di 650 mila euro, i nonni di 460 mila e 800 mila euro agli altri due figli, Marco e Lorenzo. Lo riporta ‘Repubblica’.

Secondo quanto emerso dal processo, la donna uccise la piccola perché annebbiata da un forte disagio emotivo.

La morte di Edith

Il 7 marzo 2021 Patrizia Coluzzi, 41 anni, soffocò con un cuscino la figlia Edith di appena due anni mentre le due si trovavano sole nel loro appartamento a Cisliano, in provincia di Milano, sulla via Mameli.

Dopo aver ucciso la figlia, la donna si inflisse delle ferite superficiali in un atto di autolesionismo. Dopo il gesto telefonò al compagno, padre della piccola, per dirgli: “Nostra figlia non esiste più“. Fu proprio l’uomo a chiamare i soccorsi.

Prima di compiere il gesto, Patrizia Coluzzi pubblicò un post su Facebook per inveire contro l’ex marito.

L’ultimo post su Facebook

Come detto nel paragrafo precedente, poco prima di uccidere la piccola Edith Patrizia Coluzzi pubblicò un lungo sfogo contro l’ex marito su Facebook.

Nel lungo post specificava che “una bella persona non percuote e picchia nessuno” e “non sminuisce la moglie”, e rivolgendosi all’ex marito scriveva: “Vai a denunciarmi ancora per calunnia e diffamazione, denunciami ancora per sequestro di minore“.

soffoco-la-figlia-patrizia-coluzzi Fonte foto: Facebook / iStock
,,,,,,,,