,,

Commissione banche, tensione su Lannutti: spunta il piano B

Nella maggioranza si lavora a un'alternativa al senatore Elio Lannutti

Il caso della nomina del presidente della commissione bicamerale d’inchiesta sulle banche è diventato un vero e proprio caso politico per la maggioranza, con il Pd in pressing per far ritirare la candidatura del senatore M5S Elio Lannutti. “Non si può dare la presidenza della Commissione banche a uno come Lannutti”, ha affermato il segretario del Pd Nicola Zingaretti a “Carta Bianca” su Rai3. “Bisogna prendere atto che si deve trovare un altro candidato, su questo non c’è discussione”, ha aggiunto.

“Non si può discutere la capacità di Elio Lannutti per la sua storia, la sua esperienza e la battaglia di una vita accanto ai truffati”. Così il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, intervistato da Stasera Italia, ha difeso la candidatura del senatore M5S alla guida della Commissione banche.

Riguardo al potenziale conflitto di interesse del figlio, dipendente della Popolare di Bari, il ministro si è chiesto “che conflitto c’è? Mica è un dirigente della banca”.

Commissione banche, spunta il piano B

Ieri la seduta la seduta per l’elezione del presidente è slittata a giovedì, ma non si ferma il lavoro sotterraneo che si sta facendo nella maggioranza per un piano B rispetto al senatore Elio Lannutti.

Anche perché in questi ultimi giorni nel M5S è emersa in maniera piuttosto chiara la consapevolezza che su Lamnutti un accordo sulla maggioranza è impossibile. E allora ecco che, nei corridoi parlamentari filtrano già le alternative. Il secondo più votato dal M5S, dopo Lannutti, è il deputato Alvise Maniero.

Ma in pole, secondo quanto riporta l’Ansa, ci potrebbero essere anche altri profili. Due donne in particolare: la presidente della commissione Finanze della Camera Carla Ruocco e il Questore del Senato Laura Bottici. “Non c’è nessun nome effettivo”, spiegano i vertici pentastellati.

Eppure, nei prossimi giorni ci potrebbero essere delle novità, con delle appendici. Perché nel caso l’accordo Pd-M5S-Iv cada su Ruocco si libererebbe un posto alla presidenza della commissione Finanze. Nel caso la spunti la Bottici, sarebbe il ruolo di Questore a Palazzo Madama a liberarsi. Caselle che potrebbero andare al Pd.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-12-2019 08:01

lannutti Fonte foto: Ansa
,,,,,,,