,,

Come sono andati i Festival di Sanremo di Amadeus: dal record di share e ascolti agli incassi delle pubblicità

Come sono andati i Festival di Sanremo di Amadeus e qual è il confronto rispetto al passato in termini di incassi pubblicitari, spettatori e share

Pubblicato il:

Chiudere in bellezza. Amadeus è alla sua quinta edizione da conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo. Prima dell’edizione 2024, un crescendo leggermente sgonfiato dalla 2021, quella in pieno Covid, senza nemmeno il pubblico al Teatro Ariston. Complessivamente, però, i numeri sono dalla sua parte anche per quello che sta per iniziare: Rai Pubblicità può già festeggiare il record della raccolta pubblicitaria, che supererà gli oltre 50 milioni di euro del 2023, avvicinandosi probabilmente ai 60 milioni.

Incasso record per Rai Pubblicità

Secondo quanto riferito da Il Sole 24 Ore, due settimane prima dell’inizio di Sanremo 2024 Rai Pubblicità avrebbe già battuto la raccolta pubblicitaria monstre del 2023, quando si raggiunsero per la prima volta i 50 milioni di euro.

Stando alle stime del quotidiano, quest’anno si potrebbero superare i 56 milioni di euro.

Da qualche anno, ormai, la richiesta di spazi supera ormai l’offerta, proprio grazie all’aumento degli ascolti.

Secondo quanto riferito da Investire Oggi, esistono 9 break interni per ciascuna serata, venduti o singolarmente o tramite accoppiata 2-9, 3-8 e 4-7: questo per far sì che i primi arrivati non scelgano solamente i break posizionati meglio per lasciare agli altri i peggiori. Le vendite a singola posizione riguardano, invece, i break 1, 5 e 6, così come il Sanremo start GM e la chiusura di sabato. Il pacchetto o “bundle” più caro è il 4-7: è venduto per 1,9 milioni di euro per le 5 serate. A seguire i pacchetti 2-9 e 3-8 per 1,7 milioni di euro ciascuno.

Oltre agli spot, i ricavi arrivano dai biglietti (circa 2 milioni di euro), a fronte di costi relativamente contenuti (17-18 milioni di euro) se si pensa alla durata del Festival e a cosa succede sul palco per 5 serate.

Gli ascolti delle finali di Amadeus

L'attenzione principale sarà rivolta sicuramente alla serata finale, quella di sabato 10 febbraio.

Nel 2020 era stata seguita da 11.476.000 spettatori, con il 60,6% di share: la prima parte aveva incollato alla tv 13.638.000 spettatori (56,8%); la seconda parte 8.969.000 spettatori (68,8%).

Nel 2021 la finale era stata vista da 10.715.000 (53,5% di share): la prima parte con 13.203.000 spettatori (49,9%); la seconda parte con 7.730.000 (62,5%).

Nel 2022 l'ultima serata era stata seguita da 13.380.000 spettatori (64,9% di share): la prima parte da 15.660.000 spettatori (62,1%); la seconda parte da 10.153.000 (72,1%).

Nel 2023 la finale è stata vista da 12.256.000 spettatori (66% di share): la prima parte da 14.423.000 spettatori (62,7%); la seconda da 9.490.00 (73,6%).

Gli spettatori delle finali dal 1995 ad oggi

Sanremo è cambiato, ma anche la tv.

Gli ascolti, per quel che riguarda il Festival, sono mediamente diminuiti in termini assoluti (quindi in termini di spettatori, ma non di share), soprattutto dopo l'arrivo dei canali satellitari come Sky o delle piattaforme come Netflix.

Ecco i dati delle finali dal 1995 al 2023:

amadeus-sanremo-2024-ricavi-pubblicitari-ascolti-share Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,