,,

Colpo alla 'ndrangheta di Reggio Calabria con diversi arresti: nel mirino le cosche Libri e Tegano-De Stefano

Operazione della polizia contro le cosche di 'ndrangheta di Reggio Calabria, eseguiti arresti e sequestri di beni

Pubblicato il:

Colpo alle cosche di ‘ndrangheta di Reggio Calabria. La polizia con l’operazione “Atto Quarto” ha effettuato una serie di arresti e sequestri nei confronti di indagati accusati di associazione mafiosa e altri reati. Coinvolti anche diversi imprenditori e società ritenute contigue ai clan.

L’operazione contro la ‘ndrangheta

Alle prime ore di oggi, mercoledì 11 ottobre, la Polizia di Stato ha eseguito diverse misure cautelari e sequestri di beni a carico di soggetti indagati per associazione mafiosa ed altri reati, ritenuti affiliati alle cosche di ndrangheta Libri e Tegano-De Stefano di Reggio Calabria.

L’operazione “Atto Quarto” è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, diretta dal procuratore Giovanni Bombardieri.

Le misure cautelari, disposte dal gip del Tribunale di Reggio Calabria sulla richiesta della locale procura, sono state eseguite dalla polizia a Reggio Calabria e in altre città italiane.

Le accuse

Numerose le persone coinvolte nell’inchiesta: sono accusate a vario titolo dei reati di associazione mafiosa, estorsione, tentato omicidio, detenzione illegale di armi, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’indagine, condotta dalla Squadra mobile di Reggio Calabria, ha colpito presunti esponenti delle cosche Libri e Tegano-De Stefano del mandamento centro di Reggio Calabria, tra le quali, secondo l’accusa, vigeva un accordo spartitorio per le estorsioni da eseguire in alcune aree della città.

I sequestri

Oltre agli arresti sono stati eseguiti anche una serie di sequestri di beni che hanno colpito anche alcuni imprenditori ritenuti contigui alle cosche di ‘ndrangheta.

I provvedimenti di sequestro preventivo hanno riguardato anche l’intero compendio aziendale di 11 società riconducibili ad imprenditori a cui viene contestato il reato di concorso esterno in associazione mafiosa.

polizia-ndrangheta-reggio-calabria Fonte foto: Polizia di Stato
,,,,,,,,