,,

Cittadinanza onoraria a Liliana Segre, Biella ci ripensa

Dopo le polemiche dei giorni scorsi, il Consiglio comunale di Biella ha approvato una nuova mozione bipartisan

L’amministrazione comunale di Biella torna sui suoi passi: dopo le polemiche dei giorni scorsi per il no della maggioranza di centrodestra alla cittadinanza onoraria a Liliana Segre, che aveva portato lo showman Ezio Greggio a rifiutare un analogo riconoscimento in solidarietà con la senatrice, il Consiglio comunale, secondo quanto riferito da Ansa, ha votato una nuova mozione che è stata sottoscritta e votata da tutti i consiglieri nella giornata di martedì.

Il via libera alla mozione che conferisce la cittadinanza onoraria a Liliana Segre è, nelle intenzioni bipartisan del Consiglio comunale, un “segnale forte” da parte di una città, Biella, Medaglia d’Oro della Resistenza.

Fuori dalla sede del Comune, in occasione del Consiglio comunale, un centinaio di persone si è riunita dopo che sui social è nato l’hashtag ‘#nonsiamocretini’, in riferimento all’affermazione del sindaco Claudio Corradino che si è definito “un cretino” per la strumentalizzazione della vicenda.

“Avevo detto no a come era stata formulata la mozione, non alla cittadinanza onoraria a Liliana Segre. Il Consiglio Comunale di Biella ha approvato con voto unanime ed è stata sottoscritta da tutti i consiglieri una mozione rivista che trasmette unità di intenti”, ha dichiarato Corradino.

“Non ho cambiato posizione, ho aderito volentieri a una proposta arrivata dalle liste civiche di Dino Gentile dopo aver tolto una frase che aveva dato qualche problema – precisa il sindaco leghista – Questo dimostra il massimo rispetto da parte del sindaco e dell’intera città alla senatrice Segre”.

“L’attacco sferrato alla città di Biella è immeritato. Sono stato insultato sui social network da persone che vorrebbero difendere la Segre con metodi che la stessa commissione Segre condanna”, conclude Corradino.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-11-2019 06:45

Liliana Segre, presidio di solidarietà a Milano Fonte foto: Ansa
Liliana Segre, presidio di solidarietà a Milano
,,,,,,,