,,

Chi è Paolo Maddalena, il più votato come presidente della Repubblica al primo scrutinio: le posizioni "anti"

È quello di Paolo Maddalena il più ricorrente durante lo spoglio delle schede durante la prima giornata di scrutini per eleggere il capo di Stato

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

È Paolo Maddalena il nome più ricorrente durante lo spoglio della prima giornata di elezioni del presidente della Repubblica. Come già previsto nei giorni scorsi, i grandi elettori si sono espressi principalmente con la scheda bianca. Una strategia per guadagnare tempo e tastare il terreno in attesa di un accordo tra i vari schieramenti, che potrebbero aspettare la quarta chiama per scrivere i nomi dei candidati reali.

Fino al terzo scrutinio, come previsto dalla Costituzione, per eleggere il nuovo capo di Stato è infatti necessario il quorum di due terzi (672 preferenze). Successivamente basta invece la maggioranza assoluta del 51%.

Paolo Maddalena, come già detto, è risultato il più votato di questa prima maratona a Palazzo Montecitorio per eleggere il successore di Sergio Mattarella. Ha ricevuto meno di 40 voti. Giurista, magistrato, docente e ricercatore originario di Napoli, ha anche ricoperto l’incarico di giudice costituzionale. Il prossimo 27 marzo compirà 86 anni.

Chi è Paolo Maddalena: la biografia del giurista più votato a Montecitorio

Subito dopo la laurea, ha iniziato l’attività didattica e di ricerca occupandosi prevalentemente di diritto romano. Dopo il suo ingresso nella magistratura della Corte dei Conti, si è dedicato invece al diritto amministrativo e costituzionale, focalizzando i suoi studi sulla responsabilità amministrativa e sul tema della risarcibilità del danno pubblico ambientale.

Il 10 dicembre 2010 è stato nominato vicepresidente della Corte Costituzionale dal presidente Ugo De Siervo. Tra il 30 aprile e il 6 giugno ha svolto le funzioni di presidente. Il mandato di Paolo Maddalena in Consulta è giunto a termine il 30 luglio 2011.

Chi è Paolo Maddalena, presidente di Attuare la Costituzione: le sue posizioni

Dal 2017 Paolo Maddalena è presidente dell’associazione Attuare la Costituzione, che promuove idee anti europeiste, anti atlantiste, sovraniste e protezioniste. In passato il giurista ha anche proposto una moneta parallela all’euro, scagliandosi contro l’attuale sistema bancario e la Banca Centrale Europea.

L’ex vicepresidente della Consulta si è espresso più volte contro le delocalizzazione, guadagnando le simpatie di una quarantina di grandi elettori.

Chi è Paolo Maddalena, il più votato come presidente della Repubblica al primo scrutinio e chi lo appoggiaFonte foto: ANSA
Paolo Maddalena (a sinistra) insieme all’allora presidente della Consulta Ugo De Siervo (a destra).

Paolo Maddalena, no di Potere al Popolo per le posizioni su gay e aborto

Il nome di Paolo Maddalena ha iniziato infatti a girare tra i parlamentari nello scorso periodo, principalmente tra i fuoriusciti dal Movimento 5 Stelle appartenenti al Gruppo Misto, come Sara Cunial, che ha lanciato l’accusa alle istituzioni perché le sarebbe stato impedito di votare il 24 gennaio.

L’ex senatore pentastellato Matteo Mantero, ora rappresentante di Potere al Popolo, aveva inizialmente appoggiato la candidatura del giurista. In una nota il partito di estrema sinistra ha però sottolineato di non voler più appoggiare la candidatura al Colle di Paolo Maddalena per via delle sue posizioni anti abortiste e contro i matrimoni e le adozioni delle coppie omosessuali.

“Queste posizioni, a partire dal rifiuto della legge 194, sono per noi dirimenti perché incompatibili coi nostri principi di fondo. Per questo non possiamo più sostenere la candidatura di Paolo Maddalena alla presidenza della Repubblica”, ha fatto sapere Potere al Popolo.

Elezioni Presidente della Repubblica, Draghi al Quirinale? I nomi per il nuovo Presidente del Consiglio Fonte foto: ANSA
Elezioni Presidente della Repubblica, Draghi al Quirinale? I nomi per il nuovo Presidente del Consiglio
,,,,,,,