,,

Chef stellato arrestato, evasione fiscale per 107 milioni di euro: i capi di accusa

Lo chef stellato Giovanni Maspero è ora agli arresti domiciliari ed è stato disposto nei suoi confronti anche il sequestro di oltre 18 milioni di euro

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Arrestato Giovanni Maspero, titolare del ristorante Tigli in Theoria, lussuoso locale che si trova nel centro di Como, premiato anche quest’anno con una stella dalla prestigiosa Guida Michelin. Sullo chef pendono i capi di imputazione di bancaraotta fraudolenta, distrazione e frode fiscale.

Arrestato lo chef e imprenditore Giovanni Maspero

Per lui è scattata la misura degli arresti domiciliari e il sequestro preventivo di quasi 18 milioni di euro e delle quote della Giovanni Maspero & C. Srl in liquidazione.

L’indagine della Guardia di Finanza, coordinata dalla Procura di Como, è partita dopo la richiesta di fallimento delle società dell’imprenditore. Diverse sono finite in concordato preventivo a causa dei debiti con il Fisco e di grosse difficoltà economica.

Le accuse allo chef stellato ora agli arresti domiciliari

Lo chef Giovanni Maspero è stato amministratore unico di Prima Comunicazione Srl, che avrebbe debiti per oltre 20 milioni di euro con l’erario, convogliata per incorporazione, insieme ad altre società, nella Giovanni Maspero & C. Srl, sottoposta a procedura di concordato preventivo.

Il cuoco e imprenditore avrebbe distratto dal patrimonio di Prima Comunicazione Srl una somma di circa 18 milioni di euro, con bonifici privi di titoli giustificativi disposti in favore di se stesso, per circa 13 milioni di euro, di quattro società in accomandita semplice in cui è socio accomandatario, di una Spa e di cinque Srl comunque riconducibili a lui.

Il pm sta procedendo alle dovute verifiche per il reato di autoriciclaggio, contestando una cifra di circa 3,3 milioni di euro provenienti da reati in materia fallimentare.

Chef stellato arrestato, evasione fiscale per 107 milioni di euro: i capi di accusa
Foto di repertorio di due finanzieri impegnati in un’indagine.

Evasi 107 milioni di euro: come operava lo chef stellato

Secondo quanto è emerso dalle indagini della Guardia di Finanza, inoltre, lo chef avrebbe evaso le obbligazioni tributarie e previdenziali già a partire dal 2012, destinando a sé o a società a lui riconducibili la liquidità originata dal mancato versamento delle imposte, falsificando i bilanci di esercizio e attribuendo quanto distratto a inesistenti crediti finanziari.

Avrebbe accumulato debiti con il Fisco da circa 107 milioni di euro. Secondo l’accusa non pagava le tasse e chiedeva poi la rateizzazione dell’importo dovuto. Saldava dunque solo le prime rate con le successive evasioni, accumulando un debito sempre maggiore.

finanza Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,