,,

“Cercasi scambisti”, svelato il mistero dietro i manifesti

Dietro i manifesti sparsi a Roma in questi giorni si nasconde un'operazione di marketing di una nuova start-up.

Misteriosi cartelloni sono apparsi in tutta Roma, suscitando la curiosità dei cittadini e popolando in men che non si dica i social e il web.

“Cercasi scambisti” recitavano i manifesti, che però avevano il puro scopo di attirare l’attenzione e promuovere – come è stato poi rivelato – la nuova start-up Popmove, il primo Social Mobility Network.

L’operazione di marketing è dunque pienamente riuscita e si è rivelata assolutamente efficace. Popmove promuove di fatto scambi tra automobilisti, creando una community di persone disposte a condividere la propria vettura quando non la utilizzano.

Un incrocio tra Uber e i servizi ormai diffusissimi di car sharing: l’auto che mettete a disposizione è di vostra proprietà, ma a guidarla saranno gli utenti dell’App Popmove (disponibile sul Play Store e sull’Apple Store). Le auto a disposizione sono tantissime e di diversi modelli, il che permette anche di utilizzare vetture per occasioni particolari (dai Suv alle auto di lusso), e sono a disposizione per un lasso di tempo che va da un’ora a 29 giorni su tutta la Penisola.

Ovviamente, grazie a un contratto di noleggio a lungo termine (noto come Popgo), l’obiettivo finale è quello di guadagnare dalla condivisione della propria autovettura. E si parte proprio dalla Capitale, dove dal 10 al 23 giugno erano apparsi i cartelli diventati poi virali. In effetti, si era alla ricerca proprio di scambisti… ovviamente di automobili!

VirgilioNotizie | 25-06-2019 12:51

Cercasi Scambisti Fonte foto: HF4
,,,,,,,