,,

Cerca di piazzare una bomba davanti a un bar a San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi: fermato 17enne

A San Pietro Vernotico un ragazzo di 17 anni è stato fermato poco prima che facesse esplodere una bomba

Pubblicato il:

Sfiorata l’esplosione di un bar. I carabinieri hanno bloccato un ragazzo di 17 mentre stava per far saltare in aria un bar a San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi. Si indaga per capire il mandante dell’attacco.

Minorenne fermato poco prima dell’esplosione

Una pattuglia dei carabinieri ha fermato un minorenne che stava piazzando una bomba davanti all’entrata di un bar di San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi. Il ragazzo ha soltanto 17 anni.

I militari stavano transitando nella zona per un giro di pattuglia e hanno notato un individuo sospetto che armeggiava di fronte a un bar di via Cellino, in piena notte. Quando si sono avvicinati per interrogarlo, hanno scoperto l’ordigno.

San Pietro Vernotico bombaFonte foto: Tuttocittà
San Pietro Vernotico, dove è avvenuto l’arresto

Senza il loro intervento, il giovane avrebbe probabilmente piazzato la bomba davanti all’entrata del bar per poi farla esplodere una volta allontanatosi. Il locale era chiuso e quindi completamente vuoto.

La bomba era ad alto potenziale

Non si tratta, a quanto riportano le forze dell’ordine, di un semplice atto di vandalismo. La bomba sarebbe stata ad alto potenziale e avrebbe potuto causare danni molto seri al bar se il ragazzo che la maneggiava non fosse stato fermato.

Il 17enne è stato accusato di porto abusivo di materiale esplodente e tentato danneggiamento. È stato quindi condotto in carcere ed è in attesa dell’udienza di convalida del provvedimento restrittivo a suo carico.

Il giovane risulta completamente incensurato, uno sconosciuto per le forze dell’ordine prima della sera in cui è stato fermato mentre armeggiava con una bomba.

Gli altri attacchi ai bar: si indaga sul mandante

Proprio il fatto che un minorenne incensurato abbia organizzato un attacco simile ha insospettito gli investigatori. Al momento l’ipotesi principale è che ci sia un mandante che ha utilizzato il ragazzo come esecutore materiale.

Il sito del quotidiano locale ”La Gazzetta del Mezzogiorno” riporta inoltre che questo non sarebbe stato il primo danneggiamento di un’attività commerciale all’interno del comune di San Pietro Vernotico quest’anno.

I carabinieri stanno indagando per capire se ci possa essere una connessione con il tentativo fallito da parte del giovane arrestato e se sia in corso una qualche campagna intimidatoria nei confronti dei commercianti della zona.

carabinieri-sud Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,