,,

Caso Siri, dopo le indagini per autoriciclaggio arriva la replica

Il senatore leghista replica alle accuse di autoriciclaggio in un duro post via Facebook

Il senatore leghista Armando Siri, dopo la notizia che ha reso pubbliche le indagini di autoriciclaggio nei suoi confronti, si affida ai social media per rispondere alle accuse.

“Oggi è un’altra giornata di calvario. – scrive il senatore in un post sul suo profilo Facebook – Mi viene puntato il dito contro perché sarei andato in banca a fare un mutuo e perché alla stessa banca avrei presentato un amico che conosco da 10 anni con il quale non ho alcuna relazione d’affari”.

Siri, già indagato per corruzione, è ora sotto verifica anche per la validità di due mutui giudicati “anomali”, grazie ai quali avrebbe potuto acquistare anche una palazzina a Bresso, nella città metropolitana di Milano.

La banca aveva già dato la sua versione dei fatti in una nota, ripresa da Il Giornale: “Senza alcuna intermediazione politica, la banca ha accordato a Siri un mutuo allo scopo di acquistare un fabbricato da mettere a reddito; ad oggi, non v’è alcun elemento che lasci presumere una minor capacità di rimborso da parte di Siri”.

“A questo aggiungo – continua nel post Armando Siri – che io non ho nulla da nascondere. Ho comprato una casa da ristrutturare perché potesse rappresentare una rendita per il futuro della mia unica figlia, quello che credo farebbe qualunque padre. È un delitto?“.

Il senatore leghista infine, condanna i media italiani: “Nulla da dire se c’è un’indagine della magistratura per chiarire la mia totale estraneità a qualunque reato ma se l’indagine attraverso i media diventa uno strumento preventivo di tortura emotiva e psicologica mia e delle persone che collaborano con me allora non lo ritengo giusto. Per me e per nessuno. Purtroppo nell’immediato non ho nessun mezzo per difendermi, se non aggrapparmi alla mia integrità, tenermi più stretto che posso e aspettare”.

VIRGILIO NOTIZIE | 01-08-2019 20:10

Siri non è l'unico: chi sono tutti i politici indagati Fonte foto: ANSA
Siri non è l'unico: chi sono tutti i politici indagati
,,,,,,,