,,

Caso Ruby, Emilio Fede sconterà la pena ai domiciliari

Fede, 88 anni, era stato condannato a 4 anni e 7 mesi in merito al processo Ruby bis nel quale venne condannata anche Nicole Minetti

Il Tribunale di Sorveglianza di Milano, in merito al caso Ruby bis, ha condannato Emilio Fede a scontare la pena definitiva ai domiciliari. I giudici, secondo quanto riportato dall’Ansa, hanno accolto una delle istanze dell’avvocato Salvatore Pino. Secondo il legale, infatti, il carcere per lui sarebbe una “sofferenza” e andrebbe per questo evitato.

La decisione dei giudici

Condannato ad aprile in via definitiva a 4 anni e 7 mesi, l’ex direttore del Tg4 soffrirebbe di alcune patologie che renderebbero difficoltoso e pericoloso lo scontare la pena in carcere. “Andrebbe contro il senso di umanità” viene riferito nella decisione, poiché Fede sarebbe sottoposto ad “una enorme sofferenza“.

Il Caso Ruby bis

Emilio Fede è accusato di avere procurato ragazze per le “cene eleganti” di Arcore al centro del processo principale sul caso Ruby, alias Karima El Mahrough, la marocchina che aveva 17 anni quando iniziò a frequentare Silvio Berlusconi.

Lo scorso aprile venne condannata anche l’ex consigliera lombarda Nicole Minetti a 2 anni e 10 mesi. La Cassazione giudicò inammissibili i ricorsi dei due contro la sentenza con la quale la Corte d’Appello li aveva condannati per favoreggiamento alla prostituzione.

In quell’occasione venne confermata la condanna emessa in Appello il 7 maggio 2018, rispettivamente a 4 anni e 7 mesi e a 2 anni e 10 mesi, nell’ambito del cosiddetto processo Ruby bis.

VirgilioNotizie | 11-10-2019 19:05

emilio fede Fonte foto: Ansa
,,,,,,,