,,

Migranti, caso Gregoretti: la frecciata di Salvini a Di Maio

Il leader leghista ha commentato la decisione del M5S di votare a favore dell'autorizzazione a procedere per il caso Gregoretti

“Conto di trascorrere il 2020 a piede libero. Voglio guardare in faccia quelli con cui abbiamo condiviso scelte di governo ed oggi hanno cambiato idea. Di Maio? Un piccolo uomo. Tutto qui”. Queste le parole riportate dall’Ansa del segretario della Lega Matteo Salvini dopo la decisione del Movimento Cinque Stelle di votare a favore dell’autorizzazione a procedere contro il leader leghista per la vicenda della nave Gregoretti.

Salvini è poi tornato ad attaccare l’esecutivo Conte: “Se il governo pensa di fare un decreto legge raccatta-spazzatura” per recuperare le norme non inserite nella Manovra “andremo al Quirinale: c’è un limite alla indecenza parlamentare”.

“Oltre ad avere espropriato il Parlamento sulla Manovra stanno cercando di recuperare tutto quello che non sono riusciti a mettere nella Legge di Bilancio con un altro decreto. A partire dalle norme sulla cannabis”, ha spiegato il leader della Lega.

“Al governo c’è un pregiudizio di stampo sovietico di odio verso l’iniziativa privata. Avevamo chiesto a Conte  di rivedere il codice degli appalti ma da un anno e mezzo non si vede nulla. La verità è che tra Alitalia e Ilva abbiamo 150 crisi aziendali aperte e lasciate inevase al Mise da Di Maio prima che si mettesse a fare il tour operator…”, ha aggiunto Salvini.

Salvini indagato: come Trump e Netanyahu

Sul fatto di essere indagato, l’ex ministro ha poi ricordato le vicende che riguardano il presidente statunitense Donald Trump e il premier israeliano Benjamin Netanyahu: “Mal comune, mezzo gaudio. Evidentemente c’è una reazione del sistema politico, mediatico e giudiziario, non solo in Italia”.

“Pensiamo agli Usa: coi risultati economici che la presidenza Trump sta ottenendo dati alla mano, c’è un presidente che deve passare le sue giornate preoccupandosi di difendersi da un impeachment che lo vedrebbe come traditore del popolo”, ha spiegato Salvini.

“E poi – ha concluso il leader leghista – c’è il premier israeliano Netanyahu che non sta trascorrendo momenti molto diversi. Evidentemente, in giro per il mondo, c’è qualcuno che a sinistra usa qualsiasi arma a disposizione per sovvertire la volontà popolare”.

Caso Gregoretti, il voto in Giunta

“Oggi alle 13.30 incardineremo la vicenda del già ministro Salvini, per la vicenda della nave Gregoretti, e si darà al senatore Salvini un termine di 15 giorni come da prassi per chiedere di essere sentito dalla Giunta o per inviare una memoria scritta. La Giunta ha un termine di 30 giorni per prendere una decisione che poi passa all’aula che entro altri 30 giorni, quindi prima della fine di febbraio, dovrà pronunciarsi”.

Questo il timing sull’autorizzazione a procedere contro il leader della Lega per il caso Gregoretti spiegato dal presidente della Giunta delle Immunità del Senato Maurizio Gasparri (Forza Italia), ad “Agorà” su RaiTre.

“Il calendario – spiega Gasparri – è stato fissato in maniera molto serrata. Oggi stabiliremo questo termine di 15 giorni che scadrà il 3/4 gennaio, dopodiché abbiamo fissato riunioni il giorno 8 gennaio alle ore 14; il giorno 9 gennaio alle ore 08.30; lunedì 13 gennaio alle ore 15.30 e poi altre riunioni nella settimana”.

“Abbiamo fissato una possibile data di votazione il giorno lunedì 20 gennaio alle ore 17. Oggi è il 19 dicembre, quindi rispetteremo il termine dei 30 giorni nonostante ci siano in mezzo le festività, ma non andremo oltre il termine che il regolamento ci affida”, ha aggiunto.

“Da mia previsione arriverà in aula il 10/15 febbraio immagino. Questo però dipende dalla Presidenza del Senato e dalla conferenza dei capigruppo. Io rispondo dei termini della Giunta, e assicuro che noi entro il 20 gennaio, probabilmente proprio il 20 gennaio, che è un lunedì pomeriggio, faremo la votazione”, ha spiegato Gasparri.

“Io sarò il relatore – conclude il forzista -, farò una proposta alla Giunta, ovviamente devo esaminare tutto il carteggio che ci è arrivato appena ieri sera in Giunta e quindi in questi giorni esamineremo la questione”.

VIRGILIO NOTIZIE | 19-12-2019 11:22

Manovra, c'è l'accordo. Le reazioni da Renzi a Salvini Fonte foto: Ansa
Manovra, c'è l'accordo. Le reazioni da Renzi a Salvini
,,,,,,,