,,

Casapound in piazza con le sardine, scoppia il caso

Sabato prossimo la grande manifestazione delle Sardine in piazza San Giovanni a Roma

Scoppia il caso Casapound all’interno del movimento delle Sardine, per la possibile presenza di esponenti dell’estrema destra alla manifestazione di sabato prossimo a Roma in piazza San Giovanni. Tutto è nato, riferisce ‘Il Messaggero’, dalle parole di Stephen Ogongo, il leader romano delle Sardine, che aveva aperto alla presenza del gruppo di estrema destra.

“Per ora è ammesso chiunque, pure uno di CasaPound va benissimo. Basta che in piazza San Giovanni sabato prossimo scenda come una Sardina”, aveva annunciato Ogongo in un’intervista al Fatto Quotidiano.

Ma le sue parole non sono piaciute al resto delle Sardine: “Non possiamo chiedere  – si legge in un comunicato diffuso sui social – ad ognuno dei partecipanti alla nostra piazza la fede politica, è una piazza libera ed accogliente, non mettiamo paletti, non cacciamo nessuno”.

“Ma allo stesso tempo fin da Bologna è stata definita una linea netta di demarcazione tra chi crede nei valori della democrazia, dell’uguaglianza, del rispetto e dell’antifascismo e chi invece viene da un passato e un presente che dimostra tutt’altro”.

“Sappiamo che la piazza di San Giovanni a Roma fa gola a molti. Ma ribadiamo con forza che l’invito è rivolto a chi crede che il linguaggio politico di una certa destra abbia passato il segno”.

Sardine, arriva il no dei fondatori a Casapound

“Le piazze delle Sardine si sono fin da subito dichiarate antifasciste e intendono rimanerlo. Nessuna apertura a CasaPound, né a Forza Nuova. Né ora né mai”, hanno scritto su un post su Facebook i quattro fondatori del movimento di Bologna, aggiungendo che Stephen Ogongo “ha commesso un’ingenuità“.

“Ci dispiace – si legge nel post – che il concetto di apertura delle piazze sia stato travisato e strumentalizzato, ma non stupisce. In questo momento le piazze fanno gola a molti, lo avevamo già detto e lo ripetiamo”.

“Rammarica che questo fraintendimento sia cavalcato da più parti. Ma è giusto dare una risposta netta. Le sardine sono antifasciste. Le sardine continueranno a riempire le piazze. Si decida da che parte stare. Noi lo abbiamo già fatto”, hanno detto i fondatori delle Sardine.

Dalle Sardine, che hanno ricevuto anche l’endorsement di Francesca Pascale, compagna dell’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nessun invito quindi per il movimento di estrema destra che aveva partecipato alla manifestazione con Matteo Salvini sempre a San Giovanni.

Il commento di Di Stefano

Simone Di Stefano di Casapound ha commentato così all’Adnkronos l’apertura di Ogongo: “Stupisce ma va nella direzione del dialogo e noi da sempre ci confrontiamo con tutti”.

“Al momento le Sardine sinceramente mi sembrano un contenitore vuoto e manovrato dalla sinistra ma noi siamo pronti ad andare in piazza, senza bandiere, come abbiamo fatto per la manifestazione con Salvini, Berlusconi, Meloni, e porteremo le nostre idee. Ma sia chiaro ‘Bella Ciao’ non la cantiamo”, ha detto Di Stefano.

VIRGILIO NOTIZIE | 10-12-2019 13:27

Le sardine riempiono le piazze: le immagini di tutte le città Fonte foto: Ansa
Le sardine riempiono le piazze: le immagini di tutte le città
,,,,,,,