,,

Carol Maltesi, parla il padre della donna uccisa a Borno: i messaggi con l'assassino, Fontana "diabolico"

Il padre di Carol Maltesi, la donna uccisa e fatta a pezzi a Borno, racconta il suo dolore. E rivela i messaggi che scambiava con Davide Fontana

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Credeva di scrivere alla figlia, ma lei era già morta e a rispondere ai suoi messaggi era il suo assassino. Lo ha rivelato il padre di Carol Maltesi, la donna uccisa, fatta pezzi e gettata in un dirupo di Borno, nel Bresciano, dal suo ex Davide Fontana, reo confesso dell’omicidio. “È un mostro“, un uomo “diabolico”: così Fabio Maltesi ha definito l’assassino della figlia.

Carol Maltesi, il dolore nelle parole del padre

“L’avvocato mi ha detto di non rilasciare interviste, ma io non parlo delle indagini, voglio solo che tutti sappiano che Carol era una creatura splendida, una figlia affettuosa, una mamma che adorava suo figlio, era piena di voglia di vivere”. Così Fabio Maltesi, il padre della ragazza uccisa a Borno, in una intervista al Corriere della Sera.

L’uomo, 58 anni, vive ad Amsterdam dopo la fine della relazione con la ex moglie. E si sta organizzando per rientrare in Italia: “Non potrei mai lasciare sola la mia ex moglie, sta vivendo come me un dolore insopportabile, non sta bene e devo starle accanto. E poi – aggiunge – devo vedere il mio nipotino che sta a Verona, il figlioletto di Carol è tutto ciò che mi rimane di lei”.

Sull’assassino della figlia, Maltesi ha detto che è stato “diabolico”: “L’ha uccisa come una bestia, nessuno merita di soffrire così, mia figlia ha fatto una fine terribile”.

Carol Maltesi, Davide Fontana si spacciava per lei nei messaggi con il padre

Il padre di Carol Maltesi ha poi rivelato che nelle ultime settimane ha scambiato dei messaggi con Davide Fontana, che usava il telefono di lei spacciandosi per la sua ex che aveva ucciso.

Carol Maltesi, parla il padre della donna uccisa a Borno: i messaggi con l'assassino, Fontana

“Credevo di sentirla sempre, perché in tutto questo tempo le ho scritto su Whatsapp. Anzi, in realtà io la chiamavo, ma trovavo spento, allora le scrivevo e lei mi rispondeva”, ha detto l’uomo. Ma a rispondere era Fontana, che si spacciava per Carol.

Carol Maltesi, il padre: Davide Fontana “è un mostro”

Davide Fontana, l’assassino reo confesso di Carol Montesi, “è un mostro“. Così lo ha definito il papà della 26enne uccisa e fatta a pezzi. “In queste settimane io scrivevo a mia figlia e lui mi rispondeva facendo finta di essere la mia Carol“.

“Credevo che lei stesse bene invece l’aveva già ammazzata, ci siamo mandati messaggi anche per il mio compleanno, ma ora – ha aggiunto – ho scoperto che era lui a farmi gli auguri, non mia figlia”.

Il 58enne ha spiegato di essersi insospettito in quanto nelle ultime settimane la figlia non rispondeva subito, ma solo dopo uno o due giorni. Inoltre si era accorto di diversi messaggi copia-incolla con i precedenti, e questo “non era da lei”. Quando le ha chiesto il perché, Fontana spacciandosi per lei gli ha risposto che si trovava a Dubai.

Resta aggiornato sulle ultime news dall’Italia e dal mondo: segui Virgilio Notizie su Twitter.

Carol Maltesi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,