,,

Caro carburante, l'accusa dell'Unione consumatori: "Governo insufficiente, dopo Pasqua ci sarà la stangata"

L'allarme lanciato dal presidente Massimiliano Dona sulla mancata diminuzione del prezzo del diesel nonostante le misure dell'Esecutivo

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Sul prezzo del carburante e l’intervento del Governo per calmierare i costi di benzina e diesel arriva una forte presa di posizione da parte dell’Unione nazionale consumatori

“Il gasolio, nonostante il taglio di 30,5 centesimi deciso dall’Esecutivo, 25 centesimi di accise e 5,5 centesimi di Iva, è ancora sopra ai valori precedenti lo scoppio della guerra in Ucraina, ossia alle speculazioni scattate dopo il 24 febbraio” denuncia Massimiliano Dona, presidente dell’associazione, che ha definito lo scenario come “scandaloso“.

Prezzo di benzina e diesel, i dati settimanali

“Se la benzina in modalità self service viene venduta a 1,793 euro al litro, un prezzo inferiore a quello della rilevazione del 31 gennaio, il gasolio invece è ancora a quota 1,788 a euro al litro, un prezzo ancora maggiore al dato registrato il 28 febbraio, dopo lo scoppio del conflitto, quando era 1,740 euro” prosegue Massimiliano Dona sulla base dello studio condotto sui dati settimanali resi noti ora dal ministero della Transizione Ecologica.

Il confronto tra i combustibili

“In particolare – denuncia il presidente – da quando è scoppiata la guerra il 24 febbraio, come dimostra il confronto rispetto alla rilevazione del 21 febbraio, se un litro di benzina, dopo l’entrata in vigore del Decreto Energia, costa quasi 6 centesimi in meno (5,72 cent), un litro di gasolio è invece aumentato di quasi 7 centesimi (+6,58), facendo registrare un +3,8%, pari a 3 euro e 29 centesimi a rifornimento“.

“Per questo il Governo di Mario Draghi deve intervenire subito, sia aumentando la riduzione delle accise, sia prolungato il calmieramento oltre il 21 aprile, altrimenti subito dopo Pasqua gli italiani si troveranno una bella sorpresina” conclude Dona.

Tabella prezzi carburanti

Carburante

 

Prezzo medio settimanale

BENZINA

(in euro/litro)

(a)

GASOLIO

(in euro/litro)

(a)

Differenza settimanale

benzina

(in cent)

Differenza settimanale

gasolio

(in cent)

03/01/2022

1,723

1,588

10/01/2022

1,733

1,598

1,034

1,009

17/01/2022

1,754

1,620

2,091

2,223

24/01/2022

1,779

1,647

2,433

2,69

31/01/2022

1,797

1,667

1,808

2,015

07/02/2022

1,819

1,691

2,26

2,33

14/02/2022

1,835

1,708

1,594

1,76

21/02/2022

1,850

1,722

1,468

1,417

GUERRA IN UCRAINA

24/02/2022

 

 

28/02/2022

1,869

1,740

1,892

1,811

07/03/2022

1,953

1,829

8,428

8,886

14/03/2022

2,185

2,155

23,144

32,53

21/03/2022

2,137

2,125

-4,739

-3,007

28/03/2022

1,870

1,858

-26,675

            -26,668

4/04/2022

1,793

1,788

-7,772

-6,971

Tabella prezzi carburanti in modalità self service: confronto settimanale

Prezzo

28/03/2022

(€/1000 litri)

Prezzo

4/04/2022

(€/1000 litri)

Differenza in cent al litro

Aumento %

Differenza

in euro x pieno da 50 litri

BENZINA

1870,44

1792,72

-7,77

-4,2

-3,89

GASOLIO

1857,88

1788,17

-6,97

-3,8

-3,49

Tabella prezzi carburanti in modalità self service: confronto da inizio guerra

Prezzo

21/02/2022

(€/1000 litri)

Prezzo

4/04/2022

(€/1000 litri)

Differenza in cent al litro

Aumento %

Differenza

in euro x pieno da 50 litri

Rincaro annuo

(in euro)

(a)

BENZINA

1849,94

1792,72

-5,72

-3,1

-2,86

-68,66

GASOLIO

1722,36

1788,17

+6,58

+3,8

+3,29

+78,97

Uno scenario che preoccupa i tanti automobilisti italiani che ancora alimentano i propri mezzi a gasolio, così come molte aziende e industrie da Nord a Sud.

Resta aggiornato sulle ultime news dall’Italia e dal mondo: segui Virgilio Notizie su Twitter.

carburante benzina Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,