,,

Cani antidroga e antiterrorismo: pensione con veterinario gratis

Vecchiaia più felice per i cani delle forze armate

Potranno godersi una meritata pensione dopo anni di gloria al servizio delle forze dell’ordine. Sono i cani speciali delle unità cinofile specializzati nella ricerca di persone sotto le macerie, droga, mine e qualsiasi tipo di ordigno.

Il Consiglio dei ministri nell’ambito delle disposizioni per il riordino dei ruoli e delle carriere del personale militare ha approvato una misura speciale per i cani delle forze armate a cui verrà garantita l’assistenza veterinaria gratuita una volta che non saranno più al servizio delle unità cinofile.

Una decisione importante che permetterà una più facile e “vantaggiosa” adozione del cane “in pensione” da parte delle famiglie che quasi sempre sono quelle degli stessi conduttori che per anni li hanno prima addestrati e poi avuto al loro fianco durante le varie missioni militari.

La questione era in agenda da tempo, diverse le richieste e le sollecitazioni in tal senso arrivate al Ministero della Difesa. Questi cani sono quelli che ad esempio prestano servizio nelle missioni militari italiane all’estero, dall’Iraq all’Afghanistan, e il loro impiego è sempre in prima linea per la ricerca di mine antiuomo e di ogni genere di ordigno bellico. E poi ci sono i cani antidroga o anche quelli utilizzati nella ricerca delle persone disperse dopo un terremoto, una valanga o alluvione. Per loro e per i loro padroni la vecchiaia non sarà più un problema.

VIRGILIO NOTIZIE | 22-12-2019 10:10

Insegnante uccisa: nuove ricerche, ma pistola non si trova Fonte foto: Ansa
,,,,,,,