,,

Brindisi, accoltella la moglie e poi si uccide: grave la donna

La donna è stata sottoposta a intervento chirurgico. Altro episodio a Bra dove un uomo ha aggredito la moglie prima di suicidarsi

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Due tentativi di femminicidio durante la giornata internazionale della donna. A Brindisi un 72enne ha tentato di uccidere la moglie accoltellandola e poi si è tolto la vita. Un altro uomo a Bra, in provincia di Cuneo, ha ferito la coniuge con una lama e si è suicidato sotto un treno.

Brindisi, accoltella la moglie e poi si uccide: grave la donna

Come riportato da ‘Ansa’, la donna aggredita a Brindisi risulta ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Perrino. Il marito l’ha colpita alla gola prima di impiccarsi con una corda alla veranda della villetta di famiglia, nel rione La Rosa, una zona periferica e residenziale.

I carabinieri intervenuti sul posto stanno ricostruendo l’accaduto per cercare di risalire alle cause che hanno portato al gesto dell’uomo. Il coltello utilizzato come arma era stato preso dalla cucina e ed è stato posto sotto sequestro dai militari.

Dalle prime informazioni raccolte, sembra che la coppia fosse in crisi da tempo. La moglie del 72enne, sua coetanea, sarebbe riuscita a fuggire da una porta sul retro dell’abitazione, mentre alcuni familiari che erano hanno chiamato i soccorsi.

La donna è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico per salvarle la vita.

Bra, si suicida sotto un treno dopo aver ferito la moglie

Altro episodio simile nelle stesse ore nel Cuneese. A Bra, un uomo ha aggredito la moglie con un coltello per poi suicidarsi sotto un treno.

Il marito, di cui al momento non sono note le generalità, avrebbe litigato con la moglie e, impugnato un coltello, l’avrebbe colpita, ferendola in modo non grave. Il marito è poi fuggito nella zona di strada Falchetto, alle porte di Bra, e si è lanciato sotto un treno della Sfm4 partito da Alba e diretto a Torino Stura.

La circolazione ferroviaria è sospesa tra Bra e Carmagnola, i pendolari vengono trasportati tra le 2 stazioni mediante bus sostitutivi.

Femminicidi in Italia, in aumento i ‘reati spia’

Nel 2021 sono 119 le donne rimaste vittime di femminicidio, due in più rispetto all’anno precedente ma in calo rispetto al 2018, quando erano stati 141. È quanto emerso dal Servizio Analisi Criminale della Direzione centrale della Polizia Criminale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del ministero dell’Interno diffuso per la Giornata internazionale della donna.

Secondo il report del Viminale, tra il 2018 e il 2o21 sono diminuiti i femminicidi, ma sono aumentate le violenze, i maltrattamenti e gli episodi di stalking.

carabinieri-brindisi Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,