,,

Bonus TV 2022, istruzioni per l'uso: chi può richiederlo e come ottenerlo, cosa c'è da sapere

Novità sui limiti Isee per chi potrà richiedere il bonus TV che è stato prorogato anche nel 2022 in vista dello "switch"

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Nonostante la crisi di governo abbia portato il presidente del Consiglio Mario Draghi a dimettersi e a rimanere in carica solo per il disbrigo degli affari correnti, gli italiani possono sfruttare il lavoro fatto negli ultimi mesi per accedere a importanti bonus pensati e messi in atto dall’esecutivo. Tra questi, ancora in corso di validità, c’è il cosiddetto bonus TV, la misura pensata dopo il passaggio obbligatorio al nuovo Digitale Terrestre e rivolta ai cittadini che dovranno cambiare televisore o acquistare un decoder di ultima generazione.

Bonus TV 2022, come funziona

Il bonus TV 2022, come avvenuto per i bonus precedenti, non è altro che un contributo pensato dallo Stato per venire incontro a tutti gli italiani che dovranno cambiare i propri apparecchi a causa dello “switch” al nuovo Digitale Terrestre. Nello specifico si tratta di una misura che permette di rottamare la vecchia tv e ottenere, in base al costo del nuovo televisore, uno sconto.

Come primo passo occorre verificare la tecnologia del proprio televisore, per capire se è il caso di cambiarlo o aggiornarlo o se invece va bene così. Per farlo basterà vedere se sul manuale o sulla scheda tecnica della propria TV è presente l’indicazione DVB-T2, altrimenti sintonizzarsi sul canale 100 o sul canale 200. Se si visualizza una schermata con la scritta “Test HEVC Main10” significa che la TV è compatibile con il nuovo standard di trasmissione, se invece compare lo schermo nero bisogna provare a fare la risintoniziazione dei canali e se non dovesse funzionare allora il dispositivo non è compatibile.

Chi può ottenere il bonus TV

A differenza del primo bonus, che richiedeva degli specifici limii di Isee, l’incentivo per la rottamazione è rivolto ora a tutti i cittadini residenti in Italia senza nessun tipo di limite. Bisognerà soltanto rispettare tre requisiti:

  • essere residenti in Italia;
  • rottamare correttamente un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018;
  • essere in regola col pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione, tramite bolletta elettrica o tramite modello F24.

Il contributo viene quindi riconosciuto ai cittadini che al 31 dicembre 2020 risultino di età pari o superiore ai 75 anni, residenti in Italia ed esenti dal pagamento del canone tv ai sensi dell’articolo 1, comma 132, della legge n. 244 del 2007.

Come fare domanda per il bonus 2022

Per richiedere il Bonus tv-decoder è necessario scaricare e compilare il modulo di autodichiarazione disponibile sul sito del MISE e basterà successivamente presentare il documento al rivenditore. Per ottenere il Bonus rottamazione TV è necessario scaricare e compilare il modulo di autocertificazione dal sito del MISE e poi consegnarlo al rivenditore che si occuperà anche del corretto smaltimento dell’apparecchio obsoleto.

Per accertarsi infine che una Smart TV o un decoder rientrino tra i prodotti ai quali si può applicare lo sconto, basterà consultare la lista dei prodotti “idonei” visitando la pagina dedicata sul sito del Ministero dello Sviluppo economico.

bonus-tv Fonte foto: 123RF
,,,,,,,