,,

Bonus condizionatori e zanzariere, in cosa consistono e a chi spettano: i requisiti per ottenerli

Due bonus corrono in soccorso degli italiani che devono affrontare le spese su condizionatori e zanzariere nel 2022

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Con l’arrivo della bella stagione e del caldo, ogni estate milioni di italiani corrono ai ripari acquistando nuovi impianti di aria condizionata o, se sprovvisti, di zanzariere per lasciare le finestre aperte la notte senza rischiare di avere la casa invasa dalle zanzare. Anche quest’anno il governo ha deciso di dare una mano a tutti gli acquirenti, con bonus mirati per cercare di venire incontro alle spese degli italiani che d’estate mettono mano al portafoglio.

Nel 2022, infatti, c’è spazio per il bonus condizionatori e il bonus zanzariere, con la spesa oggetto della detrazione che dovrà essere sostenuta entro il 31 dicembre 2022. Ma in cosa consistono e a chi spettano?

Bonus condizionatori, cosa prevede

Il bonus condizionatori è la misura pensata per aiutare tutti gli interessati ad acquistare un nuovo impianto di climatizzazione di classe almeno A+. La detrazione, nello specifico, è del 50% e si può ottenere se abbinata alla ristrutturazione della casa (bonus ristrutturazioni). L’intervento deve essere iniziato a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici.

Per il 2022 il tetto è di 10.000 euro e su questa cifra va calcolata la detrazione del 50%, che verrà ripartita in 10 quote annuali di pari importo a rimborso Irpef. Se invece si sta usufruendo dell’ecobonus per lavori di riqualificazione energetica, lo sconto cresce fino al 65% per coloro che acquistano un nuovo condizionatore a pompa di calore ad alta efficienza energetica per sostituirne uno di classe inferiore.

Bonus zanzariere, in cosa consiste

Nel 2022 gli italiani potranno usufruire anche del bonus zanzariere, che può rientrare nell’Ecobonus al 50%, purché le zanzariere siano dotate di determinati requisiti tecnici. Tra questi, per esempio, c’è la funzione di schermatura solare e la marcatura CE, rispettare le indicazioni di trasmittanza termica U e avere un valore Gtot superiore a 0,35.

Per poter usufruire del bonus, si deve trattare di nuove installazioni là dove prima non ce n’erano (quindi no a sostituzioni o riparazioni) e devono essere montate in maniera fissa su finestre e porte a vetri. Sono escluse quindi quelle mobili o magnetiche.

Il limite massimo di spesa detraibile è di 60.000 euro.

A chi spettano i bonus e i requisiti

I bonus, nello specifico, spettano nel 2022 a tutti i contribuenti che, a prescindere dall’ISEE, sostengono le spese di riqualificazione energetica, con i contribuenti che devono essere proprietari di singole unità immobiliari, risultare proprietari di parti comuni di edifici residenziali e possedere un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio.

zanzariera Fonte foto: 123RF

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,