,,

Berlusconi difende ristoratori di Milano: "Paghiamo noi le multe"

Il Cavaliere ha annunciato in tv che Forza Italia salderà le sanzioni contro i manifestanti all'Arco della Pace

L’ex premier Silvio Berlusconi si è mostrato critico rispetto alla decisione di multare i ristoratori e i proprietari di attività che hanno manifestato a Porta Sempione a Milano. Il Cavaliere ha promesso che il suo partito, Forza Italia, pagherà le sanzioni ricevute dalla Polizia per assembramento illecito.

“Sia chiaro, non critico le forze dell’ordine, che hanno dovuto multare i negozianti che manifestano all’Arco della Pace a Milano, credo addirittura con dispiacere. Chiediamo però che questa sanzione venga immediatamente annullata dal Prefetto“, ha dichiarato in collegamento con Pomeriggio Cinque, su Canale 5.

“Se questo non accadrà, i nostri consiglieri regionali di Forza Italia si sono impegnati a pagare le multe di tasca loro” ha affermato il leader del partito.

Berlusconi contro l’aperitivo ai Navigli: “Una seconda ondata dietro l’angolo”

L’ex presidente del Consiglio si è scagliato contro le tante persone che sono scese in strada a Milano. “Dai giornali abbiamo notizia di qualche episodio deplorevole. La foto dei Navigli di Milano con un assembramento di persone all’ora dell’aperitivo, moltissime delle quali senza mascherina, mi ha preoccupato“.

“Evidentemente non tutti gli italiani hanno capito l’importanza di non creare assembramenti, di indossare le mascherine, di adottare tutte le precauzioni necessarie per salvaguardare sé stessi e gli altri. Se non seguiremo con grande attenzione le regole sanitarie nei posti di lavoro, sui mezzi pubblici, nei negozi, persino negli incontri con i familiari e gli amici, se abbasseremo la guardia, una seconda ondata di contagi potrebbe essere dietro l’angolo”, ha concluso Silvio Berlsuconi in collegamento con Barbara D’Urso.

VirgilioNotizie | 08-05-2020 19:41

Aperitivo sui Navigli, controlli a tappeto dopo le polemiche Fonte foto: Ansa
Aperitivo sui Navigli, controlli a tappeto dopo le polemiche
,,,,,,,