,,

Beppe Sala e il ministro Pd Provenzano: è scontro su Milano

Botta e risposta tra il ministro per il Sud Peppe Provenzano e il sindaco di Milano Beppe Sala

Peppe Provenzano, ministro Pd del Governo Conte, ha sferrato un attacco alla città di Milano in occasione del dibattito organizzato proprio nella città meneghina da ‘Huffington Post’ sul tema ‘Il Meridione visto da Nord’. E la replica del sindaco Beppe Sala non si è fatta attendere.

Queste le parole di Provenzano riportate da ‘Huffington Post’: “Tutti decantiamo Milano, ma non è la prima volta nella storia d’Italia che è un riferimento nazionale. A differenza di un tempo, però, oggi questa città attrae ma non restituisce quasi più nulla di quello che attrae“.

L’affondo del ministro Provenzano: “Intorno ad essa si è scavato un fossato: la sua centralità, importanza, modernità e la sua capacità di essere protagonista delle relazioni e interconnessioni internazionali non restituisce quasi niente all’Italia. È la sfida che dovremo provare a cogliere”.

Secondo Beppe Sala, Milano “restituisce nella misura in cui ci viene chiesto e nella misura in cui veniamo messi in condizione di farlo. Per esempio, le ex municipalizzate milanesi sono un esempio di buona gestione. Vogliamo trovare una formula per cui allargano il loro raggio di azione anche altrove? Parliamone…”.

Su ‘Facebook’, poi Provenzano ha chiarito: “Nessun attacco a Milano, nessuna polemica con Beppe Sala. Solo una frase ripresa da un ragionamento sull’allargamento dei divari territoriali che riguarda tutto l’Occidente. Tra le grandi città, come è Milano, e il resto dei territori, le periferie urbane e rurali, si scavano come dei fossati sempre più profondi”.

Nel lungo post si legge inoltre: “Milano è un punto di riferimento nazionale, un faro. Ma anche altre volte nella storia d’Italia lo è stata. Solo che oggi i giovani talenti che vi sono attratti difficilmente restituiscono al Paese l’esperienza professionale e civile che maturano in città. Quanti giovani del Sud che vanno a Milano in cerca di migliori condizioni di vita diventano classe dirigente del Paese?”.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-11-2019 16:53

,,,,,,,