,,

Beppe Grillo, dedica in romanesco per Virgina Raggi: la replica

Beppe Grillo ha condiviso sul suo blog un componimento scritto da Franco Ferrari che si rivolge alla sindaca di Roma Virginia Raggi, lei ha risposto

Beppe Grillo si rivolge alla sindaca di Roma Virginia Raggi, e lo fa pubblicando un componimento di Franco Ferrari sul suo blog. Il testo si intitola “Virgì, Roma nun te merita” e inizia così: “A Virgì, pijia na valigia, tu fijio, tu marito, famme un fischio, che se n’annamo via da sta gente de fogna”. La sindaca ha prontamente replicato.

Il componimento in romanesco per Virginia Raggi

Il componimento, in romanesco, prosegue: “Chi te critica quà, chi te critica là, chi c’ha er pupo sur fòco, e, jielo devi da tojie, e n’artra che se lamenta che nun je risponni, che nun la vai a sentì, che c’ha puro lei quarche cosa da lamentasse. E che cavolo! Se chiama Virginia, mica è la Madonna der Divino Amore! Quella, dice, che fà li miracoli”.

Il lungo testo si conclude infine con un appello: “Pé questo ve dico che l’onesti dovrebbero pijà e valige e annassene, abbandonà sta città bella e zo***la. Si vincheno li vecchi partiti, sète fo**uti. Nun se farà più gnente, e, si se farà quarcosa sarà pé volere de la magistratura. Ma voi, godete a sputà in faccia a na sindaca pulita, e testarda, una che le cose le fa. Pensatece , c’avete undici mesi de tempo, pé pensacce bene. O volete Roma, o sète morti, che Roma, quell’artri, se la magneno”.

La risposta di Virginia Raggi al ‘sonetto’ pubblicato da Beppe Grillo

“Franco, grazie di cuore”, ha replicato Virginia Raggi al vero autore del componimento in romanesco, poi pubblicato da Beppe Grillo. “Amo Roma con tutta me stessa. Questo mi fa andare avanti insieme all’affetto di tutti voi. Gli ostacoli, i boicottaggi, gli incendi, i sabotaggi in questi anni non sono mancati, e c’è ancora chi rema contro il cambiamento. Ma noi romani siamo più forti”.

Quel ‘gente de fogna’ non mi piace. Lo so che ti riferisci a chi ruba o incendia ma, se puoi, toglilo”, ha continuato la prima cittadina su Facebook. “Di una cosa sono fiera: nel mio ruolo sono il sindaco di tutti i romani, soprattutto di chi mi critica”.

Piccioni decapitati sarebbero stati fatti trovare sulle spiagge di Ostia a Virginia Raggi. Come ha spiegato lei stessa via social, si sarebbe trattato di un’operazione per intimidirla, in seguito alle azioni intraprese dal Comune contro la mafia sul litorale romano.

La dedica di Grillo: endorsement o benservito?

Tobia Zevi, presidente dell’Osservatorio ‘Roma! Puoi dirlo forte’, non ha accolto con favore il componimento condiviso sul blog da Beppe Grillo: “Se io fossi Virginia Raggi sarei preoccupata e offesa dal sonetto – che poi sonetto non è, ma vaglielo a spiegare – delirante pubblicato sul sito di Beppe Grillo. Da cittadino romano, sono semplicemente offeso e indignato di essere trattato così. Grillo, Roma ha già tanti problemi. Non ti ci mettere anche tu con cose che non fanno neanche ridere!”.

Come riporta l’Adnkronos, all’interno del Movimento 5 Stelle c’è però chi solleva il dubbio: “È un endorsement per la prima cittadina o Beppe Grillo le sta dando il benservito?”.

La senatrice del Pd Monica Cirinnà scrive su Facebook: “Insomma, Virginia Raggi è stata scaricata da Beppe Grillo, direi definitivamente. Ed è stata scaricata nel modo peggiore: addossando alle romane e ai romani le responsabilità di un’amministrazione pavida, immobile, dannosa. Gli irripetibili insulti ai romani sono la ciliegina sulla torta, l’arrogante colpo d’ala di una classe dirigente improvvisata, incapace di riconoscere il proprio fallimento. Addolora l’insulto a Roma e ai romani, all’orgoglio ferito e calpestato da chi ha usato la città come trampolino di lancio nazionale tradendo ogni aspettativa e ogni speranza. Roma riavrà presto il ruolo che le spetta, quello di una grande capitale moderna ed europea“.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-07-2020 19:30

beppe-grillo-virginia-raggi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,