,,

Assistenti civici: chi sono, cosa faranno, come saranno scelti

Vigileranno nelle zone a rischio assembramento ma non potranno fare multe: il ruolo dei nuovi volontari

Sono 60mila i volontari che saranno schierati per vigilare nelle zone a rischio assembramento di città e luoghi di vacanza.  Si chiamano “assistenti civici” e saranno reclutati con un bando della Protezione Civile. Così, in questa Fase 2 dell’emergenza coronavirus, sono in molti a chiedersi quale sarà la loro funzione, chi sono e come li potremo riconoscere.

L’accordo per il bando di reclutamento, come riporta Ansa, è stato raggiunto tra il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia e il presidente dell’Anci Antonio Decaro, sindaco di Bari.

Assistenti civici, chi sono

Gli assistenti civici saranno volontari che lavoreranno “16 ore settimanali” a titolo gratuito per aiutare gli altri cittadini, soprattutto anziani e bambini. Quella contro gli assembramenti sarà solo una delle loro funzioni: “Nessuna vigilanza, ronda o sentinelle anti spritz”, come hanno chiarito all’Ansa fonti del ministero degli Affari Regionali. Resteranno in servizio fino al 31 luglio.

Cosa faranno gli assistenti civici

Le ore di volontariato degli assistenti civici saranno impiegate, come ha precisato il ministero, “per aiutare gli anziani, portare spesa e medicine, aiutare nell’organizzazione del distanziamento sociale, come ad esempio fuori dalle chiese o fuori dai parchi per contingentare gli ingressi”.

Assistenti civici, quali poteri avranno

In caso di assembramenti, gli assistenti civici “non potranno – a detta del Ministero per gli Affari Regionali – chiedere i documenti ma solo segnalare a vigili e forze dell’ordine“. Non avranno, quindi, il potere di fare multe.

Come riconoscere gli assistenti civici

Tutti i volontari saranno ben riconoscibili dai cittadini dal momento che indosseranno una casacca o un fratino con dietro la scritta “assistente civico” e davanti il logo della Protezione civile nazionale, dell’Anci e del Comune in cui prestano il servizio.

Come saranno scelti i volontari

Il reclutamento dei 60mila assistenti civici avverrà tramite un bando lanciato in settimana. A indicare alle Regioni la disponibilità sul territorio sarà la Protezione Civile. “È il momento – ha spiegato Boccia – di reclutare tutti quei cittadini che hanno voglia di dare una mano al Paese, dando dimostrazione di grande senso civico”.

Bando per assistenti civici, a chi è rivolto

Il bando è rivolto a “inoccupati, a chi non ha vincoli lavorativi, anche percettori di reddito di cittadinanza o chi usufruisce di ammortizzatori sociali” e possono partecipare “tutti i soggetti maggiorenni e residenti o domiciliati in Italia” ma i partecipanti dovranno avere “dimora abituale” nel Comune dove scelgono di prestare supporto.

VIRGILIO NOTIZIE | 25-05-2020 13:51

Fase 2, movida a Napoli: lungomare preso d'assalto. Le immagini Fonte foto: Ansa
Fase 2, movida a Napoli: lungomare preso d'assalto. Le immagini
,,,,,,,