,,

Assegno unico nella legge di bilancio 2023: a quanto ammonta e come richiederlo, le condizioni nella Manovra

Con l'approvazione della legge di bilancio 2023 diventano ufficiali diverse misure, tra cui l'assegno unico. A quanto ammonta e come fare domanda

Pubblicato il:

La Manovra 2023 è stata approvata dal Parlamento e tra le misure al suo interno ce n’è una di particolare interesse per tante famiglie: l’assegno unico. Ecco cosa prevede la nuova legge di bilancio: a quanto ammonta l’agevolazione, quali sono i requisiti per ottenerla e come fare domanda.

Cos’è l’assegno unico

L’Assegno unico universale (Auu) è una misura che fa parte del cosiddetto ‘pacchetto famiglia’, che nella legge di bilancio 2023 vale 1,5 miliardi di euro.

Si tratta di un sostegno economico alle famiglie che hanno figli a carico dal 7° mese di gravidanza fino al compimento dei 21 anni (a determinate condizioni) e senza limiti di età per chi ha figli disabili.

assegno unico legge di bilancioFonte foto: ANSA
Il Senato durante i lavori

A quanto ammonta nel 2023

Gli assegni partono da 175 euro al mese e poi decrescono in base all’Isee del nucleo interessato, fino ad arrivare a 50 euro per quelli che superano la soglia dei 40 mila euro oppure non presentano proprio la dichiarazione relativa all’indicatore.

Dal 1° gennaio 2023 è previsto un incremento del 50% dell’assegno unico per le famiglie:

  • con figli di età inferiore a un anno;
  • con figli di una età compresa da uno a 3 anni per le famiglie con tre o più figli, a condizione che l’Isee familiare sia inferiore a 40 mila euro;
  • con 4 o più figli.

Di conseguenza, l’importo più alto passerà da 175 a 262 euro mensili per i figli di età inferiore a un anno, o per i figli da uno a 3 anni (a condizione che l’Isee non superi i 40 mila euro).

Per le famiglie con almeno 4 figli si passerà da 100 a 150 euro.

Confermate e rese strutturali le maggiorazioni dell’assegno unico per i disabili.

Come presentare domanda

Chi non ha mai ricevuto l’assegno unico può presentare domanda attraverso i seguenti canali:

  • servizio online;
  • contact center (numero 803.164 da rete fissa, 06.164164 da mobile);
  • patronato;
  • app Inps Mobile.

Il congedo parentale

Tra le misure pensate per la famiglia spicca anche quella relativa al congedo parentale facoltativo.

È previsto un mese in più, retribuito all’80% e utilizzabile da uno dei due genitori (in via alternativa) fino ai sei anni di vita del figlio, come spiegato dal Ministero dell’Economia in una nota.

assegno-unico-legge-di-bilancio-2023 Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,