,,

Arresto Bellomo, le agghiaccianti testimonianze delle borsiste

Sono state rese note alcune delle testimonianze delle borsiste vittime di Francesco Bellomo, arrestato per maltrattamenti ed estorsione

Sono state rese note alcune delle testimonianze delle borsiste vittime dell’ex giudice del Consiglio di Stato Francesco Bellomo, arrestato per maltrattamenti ed estorsione nei confronti di alcune donne. Secondo quanto riporta l’Ansa, i dettagli sarebbero presenti nell’ordinanza di arresto dell’ex giudice barese, che ora è ai domiciliari.

Nelle testimonianze, una delle vittime parla di “un contratto di schiavitù sessuale”. Un’altra ha invece rivelato che sarebbe stata “punita” per la violazione del suddetto contratto, con la pubblicazione di alcuni “dettagli intimi sulla sua vita privata” in una rivista della scuola. Un’altra donna ha raccontato che gli sarebbe stato imposto di inginocchiarsi e chiedere perdono.

Altri dettagli sulla vicenda rivelano l’atmosfera di terrore in cui vivevano le ragazze: “Ho rinunciato alla borsa ma sono terrorizzata dalla reazione”, “mi stanno facendo paura”, “non vogliono lasciarmi andare”.

Una delle corsiste avrebbe rivelato di vergognarsi “delle foto che sono stata costretta mettere, mi facevo schifo da sola, mi sentivo messa in vendita”. Bellomo infatti aveva istituito un vero e proprio regime di controllo sui social network delle allieve, accusandole anche di essere delle “prostitute” sulla base di alcuni like su Facebook.

Dopo aver pubblicato le informazioni intime sulla corsista nella rivista scolastica, Bellomo avrebbe persino bandito un “concorso tra i corsisti lettori” con in palio l’iscrizione gratuita al corso dell’anno seguente “per chi avesse fornito la migliore spiegazione dei comportamenti della ragazza”.

E ancora, in uno dei messaggi indirizzati a una ricercatrice della scuola, Bellomo ha scritto: “Non autorizzerò più uscite serali e mentre attendevo che ti facessi viva, mi sono fatto una lesione al pettorale, perché ho perso la concentrazione. Questo significa avere a fianco un animale. Perché tu sei così”. E ha aggiunto, in un altro messaggio: “Gli animali non conoscono dispiacere. La decisione di uscire ieri sera è l’ennesima riprova del tuo dna malato. Agisci come un selvaggio, ignorando le regole”. Tutto questo soltanto perché la donna era uscita senza chiedere il permesso all’ex giudice.

Nell’ordinanza di arresto si legge che Francesco Bellomo imponeva “l’obbligo di rispondere immediatamente alle sue telefonate e messaggi abbandonando qualsiasi attività, anche lavorativa, in cui fosse in quel momento impegnata”. E dopo l’ennesimo diverbio, avrebbe preteso che la borsista “si inginocchiasse e gli chiedesse perdono”, precisando: “Non ha il significato della sottomissione ma della solennità. Con le forme rituali”.

VirgilioNotizie | 09-07-2019 17:06

Francesco Bellomo: chi è il magistrato accusato di molestie Fonte foto: ANSA
Francesco Bellomo: chi è il magistrato accusato di molestie
,,,,,,,