,,

Alitalia, l'allarme di Patuanelli 'Ferrovie venga in audizione'

Ne parlerò con il ministro De Micheli. "Sono preoccupato", aggiunge "se fosse stato semplice risolvere questo problema non staremo qui dal 2008". Alitalia perde 2 milioni al mese

 “Ritengo incomprensibile il rifiuto di Fs di venire in Commissione per un’audizione”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, intervenendo in audizione alla Commissione Trasporti della Camera sul decreto Alitalia. “Ne parlerò col ministro De Micheli”, ha sottolineato Patuanelli, aggiungendo poi come sia  “possibile un ulteriore coinvolgimento di Ferrovie in Alitalia” e come anche lui sia “preoccupato. Se fosse stato semplice risolvere questo problema non staremo qui dal 2008″. Il fatto che ci sia un ulteriore coinvolgimento di Ferrovie lo ritengo possibile e necessario”, ha affermato. “Essendo capocordata potrà dire cosa sia successo con gli altri componenti interessati a costituire il consorzio”, ha aggiunto il ministro, precisando che la decisione comunque “spetta al commissario”.

Non è stato ancora “individuato” l’acquirente di Alitalia, ha assicurato poi il ministro che ha smentito la tesi “di regalare la compagnia a Lufthansa”. “Ci sono le possibilità di rilanciare la compagnia – ha sottolineato – ma il costo del personale non è quello che determina la perdita e lo spezzatino non è una risposta al mercato”.  “Sul fronte costi ci sono molti elementi su cui intervenire”. “Non è escluso che ci sia un intervento pubblico anche in questa fase della procedura”, ha sostenuto, sottolineando come non si possa “buttare quello che è stato fatto”.

Per quanto riguarda Atlantia, Patuanelli ha spiegato: “Nessuno ha puntato la pistola alla testa a qualcuno per proporsi di far parte del consorzio, è stata una libera scelta di mercato fatta da una società privata, quindi pensavamo che ci fosse un percorso di avvicinamento a quel dossier, con interesse su quel dossier e basta. La scelta è stata un’altra, ne abbiamo preso atto il 20 novembre”.  “Alitalia perde ogni mese quasi 2 milioni di euro” per cui “il nuovo commissario unico avrà il compito, se lo riterrà opportuno, di proporre delle modifiche al piano di cessione e avrà il compito, sempre se lo riterrà opportuno, di limitare la parte costi”.

Il Mef “potrà decidere se vuole entrare nella partita” Alitalia, ha detto Patuanelli, spiegando che “non è stata stralciata la previsione che il Ministero dell’Economia e della Finanze entri comunque nella newco”. Infatti col decreto “abbiamo solo liberato una parte di cassa di amministrazione straordinaria per garantire una maggiore liquidità”.

“I commissari uscenti non hanno ricevuto ancora un centesimo per quello che hanno fatto finora”.

Delta e Lufthansa si sono resi disponibili ad essere auditi, dopo la pausa natalizia, in commissione Trasporti alla Camera sull’esame del decreto Alitalia mentre indisponibilità è stata espressa da Atlantia, ha reso noto il ministro, aggiungendo che anche l’Autorità dei trasporti ha dato la sua disponibilità ad essere sentita. Invece Ferrovie ha dato la disponibilità a inviare una memoria scritta. “Alcune rotte andrebbero riviste, non hanno un valore elevato ma un costo elevato”. E alle critiche di Salvini ribatte: “Abbiamo le idee ben chiare”.
   

ANSA | 18-12-2019 19:11

197550a0c0d5e3af68f8e93f95e33af9.jpg
,,,,,,,