,,

Bar lombardi aperti dopo le 18, ma la quaresima resta virtuale

Le chiese al Nord restano vuote e i fedeli sono invitati a pregare utilizzando anche i pdf delle diocesi e le diverse dirette streaming. A Cesena i pasti delle scuole chiuse andranno agli indigenti. Chiuse le catacombe

Da oggi i bar di Milano e della Lombardia potranno restare aperti anche dopo le 18. Per evitare assembramenti, il servizio bar dovrà essere gestito solo al tavolo dal personale e non direttamente al bancone. “I bar e/o pub che prevedono la somministrazione assistita di alimenti e bevande – si legge sul sito della Regione – non sono soggetti a restrizioni e pertanto possono rimanere aperti come previsto per i ristoranti, purché sia rispettato il vincolo del numero massimo di coperti previsto dall’esercizio”.

In seguito alla chiusura di tutte le scuole in Emilia Romagna è nata un’iniziativa solidale a favore dei più bisognosi. L’Amministrazione comunale di Cesena ha destinato i generi alimentari presenti nelle dispense scolastiche ai più bisognosi e alle famiglie che vivono in una situazione di indigenza. “Trattandosi di un evento straordinario – commenta il sindaco Enzo Lattuca – non è stato possibile gestire le scorte alimentari e quindi nelle dispense e nei frigoriferi delle cucine delle scuole sono al momento presenti prodotti deperibili come carni e formaggi in scadenza, ad esempio. Per questa ragione tutte le scorte sono state consegnate alla Caritas di Cesena e agli alloggi sociali gestiti da Asp Cesena Valle Savio evitando così spreco di alimenti”.

La Pontificia Commissione di Archeologia Sacra ha disposto la chiusura provvisoria di tutte le catacombe aperte al pubblico a partire da oggi. Una decisione arrivata “per motivi legati alla contingente situazione di preoccupazione sanitaria, in via preventiva e precauzionale” e a causa della “particolare conformazione e natura delle catacombe, con concentrazione elevata di umidità, limitata aerazione e spazi ristretti”. La catacombe aperte al pubblico si trovano a Roma, nel Lazio, in Campania, Sicilia, Toscana e Sardegna

Oggi mercoledì delle ceneri inizia la Quaresima che resta virtuale. Vuote infatti le chiese al Nord e anche l’udienza del Papa in piazza S. Pietro oggi ha registrato presenze ridotte In Liguria le messe e il catechismo vengono trasmesse onlineIn Emilia-Romagna, infatti, quasi tutte le diocesi hanno organizzato dirette televisive o streaming delle messe, cercando di evitare situazioni di affollamento. L’invito ai fedeli è quello di vivere momenti di preghiera nelle proprie case, con sussidi in pdf, scaricabili dal web. Nelle diocesi di Modena, ad esempio, e Carpi è stato messo a punto un ‘vangeloclip’ con il commento delle letture del giorno, e anche a Piacenza è stato inviato un file via email, mentre a Bologna, dopo la messa in cattedrale a porte chiuse, alle 21 l’arcivescovo Matteo Zuppi andrà al santuario di San Luca da cui guiderà un momento di preghiera per le famiglie, collegate a distanza. E per l’imposizione delle ceneri, ci sono parroci che si sono attivati per farlo su richiesta o a gruppi. “Nulla vieta – spiega la diocesi di Bologna – che si tenga in chiesa un tavolo con le ceneri benedette e, a coloro che si presentano individualmente o a piccoli gruppi, si possano imporre, utilizzando alcune delle preghiere previste per la liturgia del giorno”. Per domenica poi, si vedrà. Il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia ha chiesto alle parrocchie della Diocesi di far suonare a distesa le campane nel momento dell’inizio della Quaresima, nonostante lo stop delle funzioni religiose.

ANSA | 26-02-2020 18:01

c9c6db16b1567eb2032258cc755ad131.jpg Fonte foto: ANSA
,,,,,,,