,,

Autostrade al governo: 'Tutte le gallerie controllate in due mesi'

Il ministero fa anche sapere che sul 95% rete niente aumenti tariffari per il 2020

A partire dal prossimo anno verrà istituito presso il Mit un Osservatorio permanente di monitoraggio delle verifiche di sicurezza relative a tutte le strade e autostrade gestite in concessione, anche con il coinvolgimento di Ansfisa, l’agenzia per la sicurezza stradale e ferroviaria. Lo ha deciso il ministro per le Infrastrutture Paola De Micheli al termine della riunione informativa sul distacco di parte del soffitto della galleria Berté, sull’A26.

Durante la riunione che si è tenuta al Mit con i vertici di Aspi, convocati ieri dal ministro, si è discusso di una accelerazione dei tempi relativi alla manutenzione di autostrade e gallerie gestite da Aspi, dell’istituzione di un osservatorio Mit-Aspi sui controlli realizzati dalla società concessionaria e di un aiuto economico al Porto di Genova.

Alla riunione hanno partecipato oltre al ministro in conference call, il capo di gabinetto del Mit, il direttore generale per la Vigilanza sulle concessionarie autostradali del Mit, e l’Amministratore delegato di Aspi.

Aspi, dal canto suo fa sapere che, in accordo con il MIT, darà un immediato e ulteriore impulso al piano di controllo di tutti i fornici della rete, già affidato a un consorzio internazionale guidato dalla multinazionale Bureau Veritas. Il piano sarà fortemente accelerato e verrà concluso entro i prossimi due mesi. I controlli saranno affiancati anche dall’utilizzo di georadar. Lo rende noto Autostrade per l’Italia dopo che oggi l’ad di Autostrade, Roberto Tomasi, ha incontrato il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli.

I PEDAGGI – Differiti dal decreto Milleproroghe gli incrementi tariffari previsti dal prossimo 1 gennaio 2020 per il “95% della rete autostradale”. Lo rende noto il Mit, spiegando che gli aumenti tariffari ci saranno solo per le società CAV 1,20%, Autovia Padana 4,88%, Bre.Be.Mi. 3,79% e Pedemontana Lombarda 0,80%. Inoltre “si conferma l’ulteriore congelamento degli incrementi tariffari relativi agli anni precedenti” per le società Concessionarie quali Strada dei Parchi, Autostrade per l’Italia e Milano Serravalle. Il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture fa inoltre presente che “relativamente alla Concessionaria Strada dei Parchi, l’incremento tariffario è ulteriormente sospeso fino al 31 ottobre 2021” per cui sulle autostrade A24 e A25 “continueranno ad applicarsi le tariffe di pedaggio vigenti alla data del 31 dicembre 2017”.

ANSA | 31-12-2019 19:50

ac3bdc593b54a89723522397767393cf.jpg Fonte foto: ANSA
,,,,,,,