,,

Terrorismo, ceceno affiliato a Isis arrestato a Bari

Espulsi per motivi di sicurezza due albanesi e una donna russa

Bari, 8 lug. (askanews) – Gli uomini della Digos di Bari non hanno dubbi: l’uomo di 38 anni di nazionalità cecena, arrestato nel capoluogo pugliese, è un affiliato all’Isis. Lo hanno dimostrato le indagini da cui è emerso che il 38enne – accusato di associazione con finalità di terrorismo internazionale e istigazione a commettere delitti – non solo nella notte tra il 3 e il 4 dicembre del 2014 era tra gli assalitori della “Casa della stampa” – sede delle principali emittenti TV locali – e di una scuola di Grozny (in Cecenia), ma anche militante in gruppi combattenti per il jihad.

Nell’assalto di tre anni fa morirono 19 persone e l’attentato fu rivendicato dal sedicente “Emirato del Caucaso”.

Le indagini hanno portato anche all’espulsione di tre persone – una 49enne russa domiciliata a Napoli e due fratelli albanesi di 23 e 26 anni che vivevano a Potenza – che sarebbero stati indottrinati del 38enne. Nello specifico, l’uomo spingeva la donna al martirio da compiersi mediante attacchi kamikaze.

Gli accertamenti investigativi si sono avvalsi della collaborazione degli inquirenti belgi: proprio in Belgio infatti, il 38enne ceceno erano considerato membro di una cellula di spicco di una rete di reclutatori e combattenti jihadisti.

Verifiche sono state inoltre compiute dai finanzieri del Gico – assieme ai poliziotti – sui finanziamenti terroristici.

ASKANEWS | 08-07-2017 10:46

20170708_084601_F9C9B8F7.jpg

TAG:

,,,,,,,