,,

Perché a Roma tornano i centurioni

Anche i taxi-ciclisti

Roma, 27 apr. (askanews) – Il Tar del Lazio ha sospeso l’ordinanza urgente della sindaca di Roma, Virginia Raggi, del primo dicembre scorso con la quale si vietava l’attività nel centro storico dei “velocipeti” a tre o più ruote per il trasporto dei turisti, e anche l’attività dei centurioni.

Accogliendo i ricorsi delle cooperative sociali che rappresentavano taxi-ciclisti e artisti di strada, il Tribunale amministrativo, innanzitutto, ha rilevato che “nel caso di specie, venuto meno il peculiare contesto rappresentato dall’anno giubilare, nessuno degli elementi addotti dall’amministrazione appare tale da configurare una vera e propria ’emergenza’, non altrimenti fronteggiabile, non apparendo giustificato, pertanto, il divieto, reiterato e indiscriminato, di svolgere un’attività lecita, ancorché’ soggetta ad autorizzazione”.

Anche nel caso dei centurioni, secondo il Tar si tratta di “un’attività lecita e comunque avente caratteristiche analoghe a quella dei cosiddetti ‘artisti di strada’, oggetto di specifica regolamentazione da parte di Roma Capitale” il cui iter, però, “non sia stato nemmeno avviato”. La raccomandazione del Tar all’amministrazione Raggi, in attesa che i casi vengano discussi in un’apposita sentenza il 6 dicembre prossimo, è di adottare al più presto su questo una disciplina organica.

ASKANEWS | 27-04-2017 15:29

20170427_152915_8D4434B2.jpg

TAG:

,,,,,,,