,,

Papa Francesco cita Einstein: accettare le scoperte scientifiche

"L'eterno mistero del mondo è la sua comprensibilità"

Città del Vaticano, 12 mag. (askanews) – “Non bisogna mai aver paura della verità, né arroccarsi in posizioni di chiusura, ma accettare le novità delle scoperte scientifiche in atteggiamento di totale umiltà”. Lo ha detto Papa Francesco che stamane, prima di partire per il santuario portoghese di Fatima, dove rimarrà oggi e domani, ha ricevuto i partecipanti a un convegno della Specola vaticana su “Buchi Neri, Onde Gravitazionali e Singolarità dello Spazio-Tempo”.

“Albert Einstein – ha detto il Papa – amava affermare: ‘Si potrebbe ben dire che l’eterno mistero del mondo è la sua comprensibilità’. L’esistenza e l’intelligibilità dell’universo non sono frutto del caos o del caso, ma della Sapienza divina, presente ‘come inizio della sua attività, prima di ogni sua opera, all’origine”, ha detto Francesco citando il libro biblico dei Proverbi. “Mi rallegro, con vivo apprezzamento, del vostro lavoro e vi incoraggio a perseverare nella ricerca della verità.

Non bisogna mai aver paura della verità, né arroccarsi in posizioni di chiusura – ha detto il Papa – ma accettare le novità delle scoperte scientifiche in atteggiamento di totale umiltà”.

ASKANEWS | 12-05-2017 13:11

20170512_131125_93328A7E.jpg

TAG:

,,,,,,,