,,

Macron denuncia "massiccio attacco hacker" a vigilia ballottaggio

On line ieri sera nove gigabytes di dati rubati da emails

Parigi, 6 mag. (askanews) – La campagna del candidato centrista Emmanuel Macron ha denunciato nelle notte, proprio mentre stava per scattare il silenzio elettorale della vigilia del ballottaggio per l’Eliseo, “Un massiccio e coordinato attacco hacker” con l’obiettivo di “destabilizzare la democrazia, con le modalità viste durante l’ultima campagna presidenziale negli Usa”.

L’ira dello staff di Macron, che i sondaggi danno vincente al secondo turno di domani con percentuali attorno al 62% dei voti, è stata scatenata dalla pubblicazione, ieri sera, di migliaia di email, documenti contabili e altri files rubati nelle scorse settimane da account di funzionari del movimento EnMarche! e volutamente mischiati ad informazioni false. Secondo alcune fonti, tra cui la Bbc, sono stati pubblicati nove gigabytes di dati. L’utente che ha rilasciato i files, apparentemente non individuato, compare come EMLEAKS e anche se la campagna del candidato non elabora ipotesi sulla matrice dell’attacco informatico, il riferimento alle azioni di pirateria contro Hillary Clinton durante la campagna per le presidenziali americane sembra puntare il dito contro hacker al servizio della Russia.

Il mese scorso, il gruppo di ricerca sulla cybersicurezza ha sostenuto che gli hacker russi che si identificatno come Pawn Storm hanno preso di mira la campagna di Macron con tecniche pishing, per tentare di rubare dati personali. Wikileaks ha messo in rete un link al materiale diffuso ieri sera, ma ha preso le distanze dall’azione.

ASKANEWS | 06-05-2017 08:00

20170506_080050_3505EE12.jpg

TAG:

,,,,,,,