,,

M5s all'attacco sui migranti: l'emergenza c'è, Minniti è fuori dal mondo

Raggi: "Facciamo la nostra parte ma servono le regole2

Roma, 14 giu. (askanews) – Sul tema dei migranti il Movimento cinque stelle va alla battaglia: l’emergenza c’è eccome e se Minniti o il Pd non la riconoscono “sono fuori dal mondo”. E’ il vice presidente della Camera ed esponente di spicco dei Cinquestelle Luigi Di Maio a difendere e a rilanciare la posizione presa ieri dal leader Beppe Grillo e dalla stessa sindaca di Roma Virginia Raggi con lo stop all’accoglienza a nuovi migranti a Roma, a cui il Viminale ha invece chiesto di continuare a fare il proprio dovere. “Minniti non ha capito in che paese sta – attacca Di Maio -: c’è una seria emergenza, ci deve dare una mano e se dice il contrario è fuori dal mondo, lui, il Pd e il Governo”.

Per Di Maio, “il vero problema è che i rimpatri non si fanno perchè l’accoglienza in Italia è un business”. Ce n’è anche per l’Ue, di cui Di Maio parla durante un incontro con i 27 ambasciatori europei chiedendo “subito un cambio di rotta”: “I Paesi europei devono sapere che l’Italia sarà nell’Ue nel momento in cui l’Unione europea sarà utile per gli italiani. Sul tema della migrazione questo è il momento più importante per rendere l’Unione utile agli italiani. L’Italia come paese deve fare la sua parte ma non può essere la sola a farla”, ribadisce.

Dunque, precisa Di Maio, “se non si risolve il problema dell’immigrazione gli italiani si conviceranno sempre di più che la Ue non serve a niente. Noi siamo una pentola a pressione come Paese e, se non togliamo il coperchio, salta. Quindi dobbiamo superare il regolamento di Dublino 3 e dobbiamo accendere i fari sulle Ong”. Sulla questione immigrazione a Di Maio ribatte il capogruppo dem alla Camera Ettore Rosato tornando sulla “sconfitta del Movimento cinque stelle alle elezioni amministrative” e sul tentativo di parlare d’altro. “I Cinquestelle si inventano una alleanza politica con la Lega non per risolvere i problemi perchè non hanno soluzioni ma solo per fare polemica – sostiene Rosato -. Che il sindaco Raggi impari da Minniti come si affronta il problema dell’immigrazione, a Roma non esiste un’emergenza migranti”.

Interveine anche la Raggi: “Roma fa la sua parte e continuerà a farla come anche tutte le altre città grandi e piccole.

L’accoglienza -scrive in una nota – dei più fragili è prima di tutto un dovere morale che deve tuttavia essere attuato con regole precise e in maniera controllata per evitare sacche di illegalità e fenomeni opachi come quelli visti in passato proprio qui a Roma. Solo in questo modo sarà possibile tutelare seriamente chi ne ha diritto senza creare scontri sociali”.

ASKANEWS | 14-06-2017 16:02

20170614_160220_83BD764E.jpg

TAG:

,,,,,,,