,,

L'Ue grazia l'Italia ma chiede di tassare la prima casa

"Attuare pienamente le riforme raccomandate"

Roma, 22 mag. (askanews) – La Commissione europea ha deciso di non aprire procedure di infrazione a carico dell’Italia, né per quanto riguarda il bilancio 2017, a seguito delle misure di correzione raccomandate ed adottate, né per quanto riguarda gli squilibri macroeconomici eccessivi. Lo prevede il “pacchetto di primavera”, di raccomandazioni e pareri presentato oggi dall’esecutivo comunitario.

“Il pacchetto – si legge – fa seguito al pacchetto d’inverno del semestre europeo di febbraio e tiene conto delle conclusioni in esso contenute, anche per quanto concerne la procedura per gli squilibri macroeconomici. Riguardo a Cipro, all’Italia e al Portogallo, che presentavano squilibri macroeconomici eccessivi, la Commissione ha concluso che non vi sono dati analitici che giustifichino il passaggio alla fase successiva della procedura, a condizione che i tre paesi attuino pienamente le riforme indicate nelle rispettive raccomandazioni specifiche per paese”.

Quanto all’attuale dinamica dei conti pubblici della Penisola, “la Commissione conferma che sono state adottate le ulteriori misure di bilancio richieste per il 2017, e che pertanto in questa fase non sono ritenuti necessari interventi supplementari per garantire la conformità con il criterio del debito”.

La Commissione ha inoltre raccomandato all’Italia di reintrodurre l’Imu sulla prima casa, ma unicamente “a carico delle famiglie a reddito elevato”. Una raccomandazione che “forse è specifica ma non nuova”, ha affermato il commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, nella conferenza stampa di presentazione. “Avevamo già espresso riserve nel 2016, in base a simulazioni che dimostravano che il beneficio di questa abolizione (l’Imu sulla prima casa) andava soprattutto ai redditi più alti”.

Peraltro l’Italia ha sempre bisogno di un “consolidamento significativo” sui conti, ha aggiunto.

La raccomandazione poi “è in linea con la nostra raccomandazione tipica di spostare peso delle tasse dal lavoro verso altre poste”, ha aggiunto il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis.

ASKANEWS | 22-05-2017 14:56

20170522_125621_C602515A.jpg
,,,,,,,