,,

L'Isis ha rivendicato la strage kamikaze a Manchester

"Uno dei soldati del califfato..."

Roma, 23 mag. (askanews) – Lo Stato islamico ha rivendicato la responsabilità dell’attentato di Manchester, nel quale un kamikaze si è fatto esplodere all’uscita del concerto di ariana Grande, uccidendo 22 persone e ferendone 59. La rivendicazione è comparsa sull’agenzia di stampa Amaq.

“Con l’aiuto di Allah, per vendicare la sua religione ed in risposta alle aggressioni sulle case dei musulmani, uno dei soldati del Califfato è riuscito a piazzare ordigni esplosivi in mezzo ad un raduno di crociati nella città britannica di Manchester dove nell’edificio dell’Arena dove si tengono feste blasfeme, questi ordigni sono stati fatti esplodere”, si legge nel comunicato postato sulla piattaforma social Telegram che prosegue affermando che le deflagrazioni “hanno causato l’uccisione di 30 crociati ed il ferimento di altri 70”.

Quindi la minaccia: “Con il volere di Allah, quello che verrà sarà ancora più duro e peggiore per gli idolatri della croce e dei loro padroni con i nostri ringraziamenti per il padrone dei due mondi”.

ASKANEWS | 23-05-2017 14:27

20170523_142705_96A1FF7B.jpg

TAG:

,,,,,,,