,,

L'addio a Emanuele, il vescovo: ferocia disumana

"Scegliere la non violenza, che si impara in famiglia"

Roma, 1 apr. (askanews) – Su Emanuele Morganti si è abbattuta “una ferocia disumana, barbara e spietata”. Lo ha detto il vescovo di Anagni-Alatri, Lorenzo Loppa, nell’omelia per i funerali del ragazzo massacrato dal branco ad Alatri nella notte tra venerdì e sabato della scorsa settimana.

“Tutti – ha proseguito – si staranno chiedendo: dov’eri, Signore, quando Emanuele veniva pestato? Il Signore risponde: ero in quel corpo martoriato, morivo lì un’altra volta”.

Quindi, monsignor Loppa ha esortato: “Nessuna tolleranza verso la violenza”, ma bensì “scegliere la non violenza come stile di vita e amare di più la vita”. E “la non violenza si impara in famiglia”, ha detto.

ASKANEWS | 01-04-2017 16:30

20170401_162952_50BA2B11.jpg
,,,,,,,