,,

Il regime e i ribelli filo-Usa insieme per liberare Raqqa

Forze sostenute da Washington: sì a alleanza con esercito Damasco

Roma, 30 mar. (askanews) – Si profila una svolta in Siria in vista della battaglia finale contro i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) a Raqqa. L’indizio è un clamoroso annuncio dato oggi ai media ufficiali di Damasco dalle forze curdo-arabe sostenute da Washington: i ribelli affermano di essere pronti ad un’alleanza con l’esercito del regime per l’offensiva su Raqqa, ‘capitale’ del califfato nero.

In una lunga intervista pubblicata dal giornale semi-governativo al Watan, Talal Sallu, portavoce ufficiale delle forze di “Siria Democratica”( alleanza arabo-curda dominata dalle Unita di Difesa del Popolo curdo (Ypg) e sostenuta dagli Stati Uniti) ha detto: “Abbiamo sempre affermato che i figli della patria siriana sono gli unici ad avere il diritto di liberare le loro zone e l’esercito siriano è parte essenziale della Patria siriana ed ha il diritto che non hanno altri, e qui intendo la Turchia”.

Una presa di posizione pubblica quella di SDF che non può non essere stata concordata con Washington, suo principale alleato, come lascia intendere lo stesso Sallu.

“La Coalizione internazionale (a guida Usa) è il principale sostenitore delle nostre campagne ed esiste tra noi un accordo di non far entrare (nel SDF) una terza parte senza il nostro consenso. E quando la Turchia si è fatta avanti come terza parte per la battaglia di Raqqa, la Coalizione che gradiva l’idea ce lo ha suggerito, ma noi abbiamo rifiutato. Ma nel caso dell’esercito siriano, se l’Alleanza ci chiede di farli partecipare alla liberazione di Raqqa, noi riteniamo questo esercito una componente patriottica e sicuramente accetteremo”, ha detto Sallu.

Una precisazione che lascia intendere come gli Usa non abbiano ancora preso una decisione definitiva in merito, ma stiano chiaramente sondando il terreno.

I curdi siriani poi vogliono tenere fuori dalla battaglia finale contro gli uomini del Califfato nero la Turchia che considera lo Ypg una estensione del Partito dei Lavoratori del Kurdistan turco (PKK) e quindi una organizzazione terroristica.

Interpellato dal quotidiano del regime sulla possibilità di un coordinamento tra l’esercito siriano che si sta avvicinando da Ovest a Raqqa e le forze di SDF giunte ormai fino alla sponda Est del fiume Eufrate nella parte orientale della grande roccaforte Isis, Sallu ha spiegato che “l’esercito siriano è ancora lontano da Raqqa. Attualmente assedia la cittadina di Hafer che dista 110 chilometri dalla città, mentre le nostre forze sono molte più vicine e tra 10-15 giorni saranno alla periferia di Raqqa”.

ASKANEWS | 30-03-2017 13:56

20170330_135628_CFB55A1E.jpg

TAG:

,,,,,,,