,,

Il NYT attacca M5s sui vaccini. Grillo replica: "Sono fake news"

Editoriale contro il Movimento: campagna anti-vaccini aumenta la diffusione del morbillo

Roma, 3 mag. (askanews) – Il New York Times si scaglia contro le “menzogne, le teorie cospirative e le illusioni diffuse dai social media e dai politici populisti che possono essere davvero pericolose”. E nell’editoriale “populismo, politica e morbillo”, dove l’Italia è citata come chiaro esempio di questa minaccia, il dito è puntato contro il Movimento 5 Stelle.

“Il morbillo si sta diffondendo seriamente in Italia e in alcuni altri Paesi europei, cosa che potrebbe risultare conseguenza di un crollo nelle vaccinazioni, causato da tesi assolutamente fuorviate e asserzioni senza basi sui pericoli che questi comportano”, scrive il quotidiano di New York.

“In Italia il Movimento Cinque Stelle guidato dal comico Beppe Grillo ha fatto attivamente campagna su temi anti-vaccino, ripetendo nello stesso modo i falsi collegamenti tra vaccinazioni e autismo” fatti dal capo della Casa Bianca. Il NYT consiglia dunque di cogliere nel quadro italiano, con 1.739 casi di morbillo registrati al 26 aprile, “un chiaro segnale di allarme”. Naturalmente “l’M5S può non essere interamente responsabile”, precisa, “dato che la diffusione della malattia è iniziata prima dell’avanzata del partito. Tuttavia la percentuale di bambini di due anni di età che vengono sottoposti a vaccino è stata in continuo calo negli ultimi anni”.

Immediata replica di Beppe Grillo con un post sul blog dfal titolo: “Un vaccino obbligatorio contro le cazzate dei giornali”. “Non esiste nessuna campagna del MoVimento 5 Stelle contro i vaccini, né una piattaforma Anti vaccini, né sono mai stati ripetuti falsi legami tra vaccinazioni e autismo – attacca -. Il danno più grande che posso aver fatto per il diffondersi delle malattie infettive è stato contagiare qualche bambino da piccolo, ma non essendoci più i miei non posso verificare, forse possono farlo i segugi del New York Times” “Si prega il direttore del giornale di dire quali sono le fonti su cui si basa questa fake news e di chiedere subito scusa per questa bufala internazionale – spiega Grillo -. Bisogna rendere subito obbligatorio un vaccino contro le cazzate dei giornalisti”. “A sostegno di questa balla non c’è nulla, neppure un link, un riferimento, una dichiarazione”. “Nulla – conclude -. Non c’è perché è una balla”.

ASKANEWS | 03-05-2017 12:20

20170503_122010_1C49C8C1.jpg

TAG:

,,,,,,,