,,

Gip decide lunedì sul caso di Lara Bombonati accusata di terrorismo islamista

Fermo per il pericolo di fuga in Siria

Torino, 24 giu. (askanews) – Lara Bombonati, la 26enne di Garbagna (Alessandria), fermata nella notte tra il 22 e il 23 giugno con l’accusa di terrorismo internazionale, avrebbe svolto secondo l’accusa attività di logistica e di assistenza nell’ambito di una neo formazione terroristica operante nelle aree di Idlib ed Aleppo.

E’ questa l’ipotesi di accusa nei suoi confronti. Al vaglio del Gip del Tribunale di Alessandria, competente per territorio, la convalida del fermo. La pronuncia è attesa lunedì. Lo si apprende da un comunicato diffuso dalla procura di Torino, che ha coordinato le indagini, condotte dalla Digos del capoluogo piemontese e di Alessandria.

Secondo quanto riferisce in una nota il procuratore capo di Torino, Armando Spataro: “Il fermo è stato disposto per il pericolo di fuga conseguente al progetto della donna di abbandonare il territorio nazionale per raggiungere nuovamente la Siria utilizzando contatti in Belgio”.

ASKANEWS | 24-06-2017 16:00

20170624_160036_6D2E209E.jpg

TAG:

,,,,,,,